Live Sicilia

Il capitano del Palermo

Barreto vede... rosa:
"A Padova ci siamo sbloccati"


Articolo letto 312 volte

Il centrocampista paraguaiano è tornato all'Euganeo dopo l'infortunio che lo ha costretto a star fuori nelle prime due giornate di campionato: “E' bellissimo tornare in campo, ancora di più quando si vince. Credo che ci siamo sbloccati, ora pensiamo a fare una buona prestazione venerdì”.


, Sport, Palermo
PALERMO - Il capitano è rientrato ed è tornata anche la vittoria. Edgar Barreto, seppur per quindici minuti, ha giocato all’Euganeo contro il Padova. Una vittoria che ha fatto riemergere il Palermo: “E' bellissimo tornare in campo, ancora di più quando si vince. Credo che ci siamo sbloccati, ci mancava una vittoria importante per lavorare nel modo giusto. Si sta lavorando bene, per dare seguito dovremmo fare una buona prestazione venerdì”.

La vittoria di Padova ha messo qualche bullone in più sulla panchina di Gattuso: “Da questo punto di vista anche il presidente ha dichiarato di voler tenere l'allenatore – ha detto Barreto - hanno malinteso le sue parole, la cosa più importante è l'unione del gruppo. Siamo in armonia con l'allenatore, lavoriamo bene per dare continuità al progetto. Questo è fondamentale. Tutti conoscono il mister per grinta e determinazione, l'ha trasmessa ai giocatori. Sono elementi fondamentali per un campionato difficile, tutti vogliono fare la partita contro di noi, ci vuole pazienza”.

Venerdì sera al Barbera arriva il Cesena, gara complicata ma comunque alla portata dei rosanero: “Contro di noi le squadre tendono a chiudersi. Sappiamo che in serie B si gioca così, anche gli attaccanti scendono nella propria metà campo per ripartire. Contro il Palermo saranno più predisposti. Il numero 8? L'ho sempre usato in Nazionale, alla Reggina e all'Atalanta. Lo sento mio, non è questione di fortuna”. Sulle sue condizioni: “Ho avuto una lesione di secondo grado, i tempi purtroppo erano quelli. E' da quattro settimane che sono fermo, non ho fatto neanche la partitella. Sono sceso in campo domenica con due allenamenti. In questa settimana cercherò di raggiungere la forma fisica adatta, ma so che non potrò essere al 100%”.

Infine il messaggio del capitano: “Mi è piaciuto lo spirito di gruppo e di sacrificio per affrontare un campionato di serie B molto duro, questo è importante per la categoria. Le parole di Gattuso mi riempiono d'orgoglio e mi stimolano ancor di più ad essere da esempio per i miei compagni. Magari il mister non avendo mezzali di ruolo, perché l'unico in grado è Sanseverino, visto che Ngoyi è più un incontrista, ha scelto me per fare le due fasi. Penso di poter dare più soluzioni. Da capitano posso dire che qui ci sono tanti giovani da far crescere, e io posso solo fare il mio dovere di dare il 100%, come ho fatto fino adesso".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php