Live Sicilia

TRAPANI

Granata all'esame Empoli
Boscaglia: "Il gruppo c'è"


Articolo letto 345 volte

“Dovremo stare attenti a non indietreggiare troppo contro i toscani. Hanno piccolissimi punti deboli che dovremo cercare di sfruttare” così il tecnico Roberto Boscaglia in sala stampa alla vigilia del match contro gli uomini di Sarri.

VOTA
0/5
0 voti

boscaglia, empoli, palermo, serie b, trapani, Trapani, Sport, Trapani
TRAPANI - “Il nostro obiettivo è di portare punti a casa. Siamo tranquilli e sereni”. Mister Boscaglia si fida del suo Trapani: “Abbiamo lavorato molto in settimana per affrontare una squadra come l'Empoli”. Nella conferenza stampa pre-partita, che si è tenuta in sede, prima di partire per la trasferta, non ha mancato di elogiare gli avversari: “Giocano a memoria ed hanno come meta quella della serie A. Se hai Maccarone e Tavano e dici che vuoi salvarti è un'offesa. Assieme a Pescara, Palermo e Siena è una delle squadre che punta a vincere il campionato”.

L'allenatore del Trapani ha studiato il gioco degli avversari: “L'Empoli quando trova spazi va a nozze. Li davanti oltre a Maccarone e Tavano c'è anche Verdi. Giocano con il trequartista e verticalizzano subito le loro giocate. Noi dovremo stare attenti a non indietreggiare troppo. Hanno piccolissimi punti deboli che dovremo cercare di sfruttare. Hanno una difesa alta e qualche problema nelle ripartenze degli altri”.

Boscaglia ha recitato lo stesso copione di Padova, prima trasferta in serie B, con una vittoria per 2-0 e la doppietta di Mancosu: “Noi dobbiamo entrare in campo per vincere e per fare il nostro gioco. I calcoli non fanno per noi. Se entri in campo pensando al pareggio hai già detto che non vuoi vincere”.

E' la mentalità vincente che il mister granata non ascrive a se stesso ma al gruppo ed alla società: La mentalità vincente non è di Boscaglia. Non intendo prendermi meriti che non ho. Io posso trasmetterla ma se non ci sono giocatori che la interpretano e la concretizzano non si va da nessuna parte. La mentalità vincente non è soltanto della squadra ma sopratutto della società”.

Boscaglia parla anche della squalifica di Ciaramitaro e sul punto prova a fare chiarezza: “Per me sono tutti titolari. Sarebbe offensivo per chi andrà in campo sentirsi il sostituto di Ciaramitaro. E' uno come gli altri. E' importantissimo ma non è determinante. Qui l'unico ad essere determinante è il presidente Morace”. Giocherà Pirrone al posto di Ciaramitaro, appiedato per un turno, dopo l'espulsione nel finale di partita contro il Pescara, 2-2 al Provinciale di Trapani. Il mister torna sul tema: “Sono tutti titolari. Sono fatti suoi se Ciaramitaro si è fatto espellere. Poi avrà problemi quando dovrà rientrare. Qui sono tutti allo stesso piano”.

Il tecnico granata ha confermato che i due nuovi acquisti Terlizzi e Iunco non sono ancora in condizione: “Non possono ancora fare 90' ne avranno 30' nelle gambe. Ma il loro 60-70% corrisponde al 100% di chi non ha mai fatto questa categoria”. E sull'approccio al campionato di serie B non ha dubbi: “C'è grande entusiasmo e gioia. Quando giochi nei campi di periferia, come Carini o Favara, per fare un esempio, non puoi che apprezzare quello che stai facendo ora. Parlo di quei campi con grande rispetto ma anche per dire che la gratificazione per ciò che stiamo facendo è impagabile. I contratti, i soldi, sono importanti ma questa è la cosa più bella”.

Il Trapani scenderà con il suo solito 4-4-2. Probabile formazione: Nordi, Lo Bue, Pagliarulo, Martinelli, Rizzato, Pirrone, Nizzetto, Caccetta, Djuric, Madonia, Mancosu. Pronti a giocarsi una chance Gambino e Garufo, che ha finora fatto spezzoni di partita sempre più convincenti. Anche Abate potrebbe essere della partita se mister Boscaglia proverà- durante la gara – ad avere un attacco più dinamico e meno “pesante”.

L'Empoli di mister Sarri gioca con il 4-3-1-2. Ancora qualche dubbio per il portiere Bassi. E' in preallarme Pelagotti per il resto la formazione dovrebbe essere quella con i due esterni Laurini e Mario Rui, che a sinistra prenderà il posto di Hysaj, i centrali difensivi Tonelli e Rugani, i centrocampisti Moro, Valdifiori e Croce, il trequartista Verdi ed i due attaccanti Maccarone e Tavano. Due brutti “clienti”, che saranno presi in consegna da Pagliarulo e Martinelli. L'Empoli nella battute finali del calciomercato si è assicurato, in prestito, Luca Castiglia, 24 anni, centrocampista della Juventus, l'anno scorso a Vicenza. Calcio d'inizio di Empoli-Trapani domani alle ore 15, allo Stadio Carlo Castellani. L'incontro sarà arbitrato da Filippo Merchiori di Ferrara. I suoi due assistenti saranno Ciro Carbone di Napoli e Pasquale De Meo di Foggia.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php