Live Sicilia

palermo a caccia dei tre punti

Continua la corsa salvezza
Con l'Inter serve la vittoria


Articolo letto 580 volte
ilicic, miccoli, palermo, palermo calcio, palermo inter, salvezza, serie a, Sport, Palermo
La grinta di Fabrizio Miccoli

Sannino ci crede, la squadra è fiduciosa, i tifosi parlano già di percentuali salvezza, fanno calcoli e sperano. Contro i nerazzurri, spazio in attacco alla coppia formata da Miccoli e Ilicic. Dirige Orsato.

VOTA
0/5
0 voti

PALERMO - Cinque partite, quindici punti in palio, 450 minuti alla fine di un campionato che potrebbe divenire sorprendente. Dopo Milan-Palermo terminata 2-0, nessuno avrebbe scommesso un euro sulla permanenza dei rosanero in massima serie. A distanza di quasi un mese, dopo altre quattro partite giocate, tutto è cambiato, i rosa hanno conquistato otto punti e alla vigilia della sfida contro l’Inter, pensano in grande. Sannino ci crede, la squadra è fiduciosa, i tifosi parlano già di percentuali salvezza, fanno calcoli, gufano le dirette concorrenti e vogliono adesso un ultimo sforzo per arrivare prima al traguardo.

Palermo-Inter, ci risiamo, un’altra finale dopo quella di Coppa Italia del 2011 persa a Roma. Sembra strano, ma questa volta c’è in palio forse qualcosa in più, perché se il Palermo dovesse fare risultato, la corsa salvezza diventerebbe più agevole. Ma questo Palermo è matto, ecco perché Sannino in settimana ha “mentalizzato” i suoi uomini, spiegandogli che partite come quella di domani al Barbera, vanno giocate a ritmi altissimi, senza sbagliare nulla.

Problemi rientrati per Ilicic e Miccoli che quindi saranno della partita; lo sloveno accusa ancora fastidi legati alla pubalgia, ma il nuovo leader dei rosanero vuole esserci, anche contro l’Inter stringerà i denti per regalare ai tifosi un’altra gioia. Poi ci sarà Miccoli, assente nel derby del Massimino per noie muscolari. Il capitano giocherà dal primo minuto.

In difesa tutto confermato con il trio Munoz-Aronica-Von Bergen. Sembra sciolto anche il dubbio di centrocampo con Kurtic che avrebbe vinto il ballottaggio con Rios; poi spazio a Barreto e Donati. Sulla corsia di destra Morganella, a sinistra Garcia che nel match d’andata la fece grossa facendo autogol. L’Inter è falcidiata dalle assenze, ma Sannino in sala stampa non cerca scuse: “Sono tutti da Inter” ha detto il tecnico rosanero. Stramaccioni rinuncia anche a Samuel ma recupera Schelotto. In avanti spazio alla coppia Alvarez-Rocchi, in difesa l’ex rosanero Silvestre. Non ci sarà il tutto esaurito, i prezzi delle curve – 25 euro – hanno limitato i tifosi rosanero. Fischio d’inizio alle 15, arbitrerà Orsato.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php