Live Sicilia

PALLANUOTO, SERIE A2 MASCHILE

Il Telimar non si ferma
Battuta anche Catania


Articolo letto 420 volte

Il punteggio di 12-11 premia la squadra del presidente Giliberti. Partita spettacolare che ha visto prevalere i padroni di casa.

VOTA
0/5
0 voti

campionato maschile, palermo, pallanuoto, telimar, Sport, Nuoto e Pallanuoto, Palermo
PALERMO - Agli ordini degli arbitri Gianfranco Bonavita e Maurizio De Chiara si è appena conclusa la terza partita del girone di ritorno del campionato di serie A2 girone sud, TeLiMar vs. Nuoto Catania, con il punteggio di 12-11 per la squadra del Presidente Giliberti. Inizia avanti con goal di Ugo Calabrese la squadra di casa, ma finisce lì la sua azione offensiva del primo parziale, seguita dalle tre reti di Giorgio La Rosa, Alessio Privitera e Kacar, nonostante i numerosi controfalli in attacco e la bella prestazione in porta di Sansone sulle numerose offensive catanesi arginate. Secondo parziale di rimonta per la squadra di Ivano Quartuccio che, nonostante subisca il goal su uomo in più di Nihola Maric, reagisce con Di Patti che con una bella doppietta segnata ad uomini pari e su uomo in più, belle parate di Sansone, ed una difesa casalinga stretta che non si fa trapassare dal potente naturalizzato Nikolic (ex di casa TeLiMar). Rimonta il TeLiMar con capitan Zubcic che segna il 4 pari da posizione uno da splendido tiro mancino. Nonostante le numerose e.t. a sfavore del TeLiMar, per gioco pressante, i ragazzi di casa non si demoralizzano e tornano a segnare con Zubcic che porta la squadra di casa sul pareggio per il finale di tempo.

Inizia bene la Nuoto Catania con La Rosa che segna di palomba. Ma in acqua si perde la lucidità e Nikolic si fa espellere definitivamente con sostituzione per un fallo in zona non di azione sul centro Lo Cascio che si ferma a bordo vasca con un fortissimo dolore. La partita riprende ed ancora La Rosa per Nuoto Catania va sul più due. Ora Sansone esce i denti e la sua motivazione si mette davanti la beduina del forte Kacar. Ma Torrisi per Nuoto CT in controfuga segna il 5-8. Zubcic va fuori per e.t. ed il time-out richiesto dalla panchina di Dato non va in porto per intervento difensivo abile di Calabrese per TeLiMar. In attacco Di Patti realizza un goal su potente e preciso tiro da fuori e segna il 6-8. Capitan Zubcic va fuori per terzo fallo grave e Nuoto Catania si porta sul più tre. Ma Di Patti e compagni non ci stanno a perdere e lui stesso serve al centro Ciccio Lo Cascio che fa un goal show segnando il 7-9 per finire il terzo parziale. Ultimo tempo vede subito fuori per terzo fallo Ugo Calabrese per fallo dopo tentativo di recupero palla al centro. Kacar ne approfitta e segna la sua seconda rete. Time-Out richiesto dalla panchina di casa e segna su uomo in più da posizione uno Adriano Covello. TeLiMar 8 Nuoto CT 10.

Continua TeLiMar in attacco con Galioto che dal palo, su assist di Di Patti segna il meno uno. Sansone para grande beduina di Giorgio Torrisi. Ed in attacco Di Patti va a rete e segna il pareggio TeLiMar 10 Nuoto CT 10. Sansone para un gran tiro e lancia i suoi in attacco per controfallo. Tiro di rigore assegnato al 4 nero (fuori definitivo per terzo fallo grave). Piersanti Mattarella fa goal e segna l’11-10 per TeLiMar e porta i suoi in vantaggio. Ancora goal per TeLiMar che con Galioto si porta sul 12-10. Ma la Nuoto Catania non ci sta e Dato chiama time-out con uomo in più su fallo grave di Mattarella e conseguente goal su uomo in più di Alessio Privitera che accorcia le distanze ma fissa su TeLiMar 12 Nuoto Catania 11 il punteggio finale per una partita tra le cugine siciliane ad alta intensità.

“Soltanto una prova di grande carattere dell’intera squadra, commenta il Presidente Marcello Giliberti, poteva consentirci questa grande impresa, così è stato. Contro la fortissima nuoto Catania, per ben due volte sotto di 3 goal, tentando noi all’inizio in attacco in superiorità numerica, con una prestazione a poco a poco del gruppo in cui i gregari hanno compensato l’uscita per tre falli di Zubcic e Calabrese, siamo riusciti ad agguantare questi tre punti che ci mantengono in corsa per i Play-Off. Complimenti all’allenatore Ivano Quartuccio, al preparatore atletico Umberto Pandolfo per la forma smagliante di tutti i notri leoni che hanno nuotato in maniera forsennata fino alla fine. Ora partiremo per Cagliari per un risultato utile fuori casa, per consolidare ancora la nostra classifica”.

“Grandissima prestazione di tutta la squadra, commenta il l’allenatore Ivano Quartuccio, oltre il non mollare mai, ho apprezzato la reazione a secondo tempo quando eravamo andati sotto di due goal all’inizio e la grande rimonta finale frutto di un grande carattere di squadra”.

TABELLINO

Superiorità numeriche: TeLiMar 5/11 Nuoto CT 5/11 Parziali: 1-3 / 4 - 2 / 2 - 2 / 5 - 4  12-11 Usciti per limite di falli: TELIMAR: Zubcic e Calabrese NUOTO CT: La Rosa e Nikolic (per espulsione definitiva con sostituzione Art. 2110)

Formazioni

TeLiMar : 1. Alessandro Sansone, 2. Kresimir Zubcic (2), 3. Gabriele Galioto (2), 4. Fabrizio Di Patti (4), 5. Ugo Calabrese (1), 6.Luciano D’Aleo, 7. Diego Geloso, 8. Adriano Covello (1), 9. Francesco Paolo Lo Cascio (1), 10. Piersanti Mattarella (1 R), 11.Giovanni Monteleone, 12. Davide Ippolito, 13. Cesare Walter Colosi - Allenatore Ivano Quartuccio.

 

Nuoto Catania : 1. Giorgio Patti, 2. Nihola Maric (1), 3. Luca Reina, 4. Giorgio La Rosa (3), 5. Brian Torrisi, 6. Samuele Scuderi, 7. Giorgio Torrisi (2), 8. Alexandar Nikolic, 9. Nenad Kacar (3), 10. Alessio Privitera (2), 11. Giovanni Zappalà, 12. Cristiano Torrisi, 13. Damiano Pellegrino - Allenatore Giuseppe Dato

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php