Live Sicilia

palermo-atalanta 1-2, la cronaca

Tanto cuore ma nulla più
I rosanero sono ultimi


Articolo letto 2.046 volte

Contro gli orobici allenati dall'ex Stefano Colantuono la formazione di casa disputa una buona prima frazione per sfaldarsi poi nella ripresa. Buoni gli innesti dei nuovi Faurlin, Boselli, Nelson e Fabbrini ma manca ancora la giusta fame da gol. Adesso i rosa condividono l'ultimo posto con il Siena e il tecnico Gasperini rischia la propria panchina.


Atalanta, boselli, colantuono, donati, faurlin, gasperini, nelson, palermo, Sport, Palermo
PALERMO - Non è ancora finita, ma da oggi pomeriggio sarà ancora più dura. Il Palermo perde in casa contro un’Atalanta più squadra, che vince 2-1 e fa crollare i rosa all’ultimo posto in compagnia del Siena. Quella di oggi è stata una partita che probabilmente chiarisce definitivamente un concetto: il Palermo è la principale candidata alla retrocessione.

Dura ammetterlo, ma purtroppo questo campionato giornata dopo giornata si fa sempre più difficile e se non accadrà un vero ribaltone – che avrebbe quasi del miracoloso – la serie B rischia di essere nuovamente la categoria del Palermo. Una partita strana quella di oggi al Barbera.

Un primo tempo in cui i rosa hanno iniziato bene ma poi dal 42’ in poi è arrivata la freschezza degli orobici che hanno iniziato a sprecare a getto continuo palle gol, prima del vantaggio di Carmona. E’ andata male, anche se gli ultimi arrivati hanno sicuramente alzato il livello qualitativo di una squadra che è stata costruita in maniera ridicola.

La cosa che fa ancor di più preoccupare è che a questo Palermo la grinta non manca, gioca con intensità, ma non riesce assolutamente a trovare la via giusta per segnare e per tirare in porta. Anche contro i nerazzurri è andata così, ma l’Atalanta è formazione esperta, e dopo avere capito che i rosa giocavano solo con foga, ha iniziato a far girare palla, stancando i rosa e giocando in contropiede.

La classifica adesso è drammatica, guardarla fa venire i brividi. È giusto provarci, ma da oggi non basteranno nemmeno gli splendidi tifosi della curva Nord che non hanno mai smesso di cantare e incitare una formazione che probabilmente non li merita.

Cronaca. Gasperini cambia tanto e schiera tanti volti nuovi: in campo Nelson, Faurlin, Fabbrini e Boselli, panchina per Dybala. Nell’Atalanta Colantuono si affida a Parra e Bonaventura. Grande la risposta del pubblico che riempie le due curve. Il Palermo parte con aggressività e determinazione. All’11’ rosa vicini al gol con una bella conclusione di Donati che sfiora il palo. La gara è molto intensa, il Palermo ci prova con una punizione di Ilicic terminata sopra la traversa. Si lotta su ogni pallone, un vero scontro salvezza, bene Nelson e Faurlin , un po’ spaesato Boselli, ha vivacità Fabbrini che gioca tanti palloni. Al 43’ clamorosa palla gol per l’Atalanta, Parra scappa tutto solo ma Sorrentino compie un autentico miracolo.

Ripresa e sempre Parra si divora un altro gol già fatto, sparando alto da buona posizione. Colantuono nel frattempo inserisce Denis. Al 54’ bergamaschi avanti con il tap-in vincente di Carmona dopo la traversa di Radovanovic. Gasperini mette dentro Dybala per dare vivacità all’attacco. Il Palermo ci prova ma gli attacchi sono sterili. Arriva anche il bel gol di Denis che fa calare il gelo. Nel finale arriva il gol di Nelson che ravviva le speranza della squadra rosanero, ma finisce 2-1 per i nerazzurri.

Con una nota ufficiale il Palermo calcio comunica infine d'essere in silenzio stampa. La decisione è stata presa dopo la sconfitta in casa contro l'Atalanta. In bilico il tecnico Giampiero Gasperini. Il presidente rosanero Maurizio Zamparini sta pensando alle eventuali soluzioni da trovare nel caso di esonero.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php