Live Sicilia

il tecnico in sala stampa

Gasperini non si arrende:
"Servono 25 punti"


Articolo letto 470 volte

Nel corso della consueta conferenza stampa della vigilia, l'allenatore del Palermo suona la carica: "Possiamo farcela, senza rinunciare al bel gioco. In porta torna Ujkani, Dossena e Aronica ci daranno una mano".


PALERMO - E’ consapevole che domani sarà davvero dura, ma in un campionato livellato ed equilibrato come questo, tutto è possibile. Gian Piero Gasperini resta comunque fiducioso alla vigilia del match del San Paolo contro il Napoli. Ci saranno innanzitutto alcune novità come il ritorno di Ujkani in porta, Donati che torna a centrocampo e l’esordio di Dossena, in più è probabile che Miccoli partirà dalla panchina a causa delle sue condizioni non proprio brillanti.

“Noi vogliamo fare almeno 25 punti nel girone di ritorno, speriamo di farne qualcuno di più, già a partire da Napoli anche se certamente non sarà facile – dice Gasperini in sala stampa - Portiere? Giocherà Ujkani, l'ho fatto riposare soltanto domenica perché stava subendo un po' la pressione. La situazione non è bella ma per me il ragazzo ha fatto sempre buone cose, lui per me è sempre stata la scelta migliore. Ho cercato di difendere al meglio il ragazzo, ci sono stati degli errori. Purtroppo è successo anche con Benussi, ma il portiere lo si giudica in toto”.

I due nuovi innesti Aronica e Dossena, daranno maggiore compattezza alla squadra: “Dossena copre un ruolo assente praticamente, si sono adattati tanti calciatori fino ad arrivare a Sanseverino che domenica scorsa ha fatto molto bene. Con l'arrivo di Aronica posso coprire due ruoli, il difensore centrale e il centro-sinistra, in questo momento mi serve più come difensore centrale perché Garcia sta facendo bene”.

Gasperini sa che il suo Palermo meritava qualche punto in più, ma vuole continuare a giocare un buon calcio: “Credo che dobbiamo continuare a proporci come abbiamo fatto nelle ultime prestazioni, migliorando qualità e quantità anche dal punto di vista dell'attenzione. Non so cosa voglia dire giocare male e fare risultato, è fuori dalla nostra concezione. Dobbiamo alzare un po' la concentrazione nel finale della partita. Noi i punti li abbiamo persi in trasferta, vedi Parma e Udine. C'è un limite di sfortuna ma anche nostro, avendo qualche punto in più si rispecchierebbe meglio l'esito delle gare. Ma ormai quello è il passato, ora pensiamo al futuro”.

Infine l’ultima arringa: “Questa squadra ha voglia di reagire, di uscire fuori da questa situazione di classifica, lo ha dimostrato il gol di Budan a Parma. Tutti, e dico tutti, hanno esultato in maniera eccezionale. Il gruppo è fantastico, i ragazzi hanno soltanto bisogno di fiducia. Domani sarà dura, ma chissà…”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php