Live Sicilia

IL MERCATO ROSSAZZURRO

Ore decisive per la punta
Bellusci: “Pronti per il Genoa”


Articolo letto 2.896 volte

Nelle ultime ventiquattr’ore dedicate al calciomercato estivo il Catania spinge per l’acquisto di un attaccante di spessore. Perso De Luca, accasatosi all’Atalanta, i rossazzurri pensano ad Alfaro della Lazio o Sforzini del Grosseto. Molto vicino l’accordo fra Cristian Llama ed il Palermo. Il difensore Bellusci in sala stampa: “Lavoriamo per trovare un equilibrio. Contro il Genoa abbiamo buone chances di successo”.

VOTA
0/5
0 voti

Il conto alla rovescia è ufficialmente partito. Alle 19 di domani si chiude la finestra di calciomercato estivo ed il Catania, protagonista con gli acquisti di Lucas Castro e Alexis Rolin, vuole sorprendere ulteriormente chiudendo le proprie trattative con il botto finale. L’ad Gasparin ed il ds Salerno, impegnati in queste ultime ore nella frenetica ricerca di una punta, dovranno confrontarsi principalmente sullo sfoltire la rosa in possesso del tecnico Maran. In tal senso, la presenza ormai fissa dell’ex dirigente del Grosseto a Milano, suggerisce la forte volontà del club di via Magenta di liberarsi di almeno 5-6 elementi in esubero.

In entrata, dopo aver sistemato difesa e centrocampo (con gli arrivi appunto dell’uruguaiano Rolin e dell’argentino Castro), gli etnei spareranno le ultime cartucce a disposizione per l’ormai discusso attaccante. Perso Giuseppe De Luca, pupillo di Maran che nella passata stagione lo allenò a Varese, che passa all’Atalanta la dirigenza rossazzurra proverà a fare uno sforzo per portare all’ombra dell’Etna uno tra Sforzini, Alfaro o Nico Lopez. Per il diciottenne romanista, autore della rete del 2-2 nella prima sfida di campionato all’Olimpico, si tratta più di suggestione mediatica, visto che difficilmente i giallorossi se ne priveranno, mentre per le punte di Grosseto e Lazio il discorso è più che aperto. Sforzini piace per la sua esperienza ed il fiuto del gol, mentre il biancoceleste ex River potrebbe arrivare con pochi spiccioli. La sensazione è che la trattativa per uno dei due si possa chiudere solo a poche ore dalla chiusura del mercato. Alla corte di Maran è arrivato intanto il senegalese Ousmane Diop, proveniente dal Martina Franca in Lega Pro.

In uscita, il nome sulla lingua di tutti è quello di Cristian Llama. Il laterale sinistro di centrocampo, che all’occorrenza può trasformarsi in terzino, piace ai cugini del Palermo che, negli ultimi giorni, hanno intensificato i contatti con il procuratore del giocatore. Lo stesso Llama, attraverso il suo profilo twitter, ha praticamente dato l’addio ai colori rossazzurri: “Ringrazio il Catania per tutto ma andrò al Palermo per fare quello che mi piace di più, giocare a calcio”. Saluto in agrodolce per il calciatore che, evidentemente, non rientra nei piani di Maran. Chi è pronto a fare le valigie al pari di Llama è Mirco Antenucci. La punta molisana ha grandi richieste da parte di Brescia, Pescara e Spezia anche se, alla fine, dovrebbe cedere alle lusinghe che arrivano da Torino, sponda granata. Con Ricchiuti ed Augustyn verso Grosseto, Moretti conteso da Novara e Modena e Keko che si trasferirà a Vicenza, il mosaico delle cessioni etnee dovrebbe trovare compimento.

Nel pomeriggio il gruppo rossazzurro ha continuato a prepararsi, in vista della sfida domenicale al ‘Massimino’ contro il Genoa, con una seduta a porte aperte presso il centro sportivo di Torre del Grifo. Buone notizie per Maran che contro liguri (l'arbitro dell'incontro sarà Giannoccaro) potrebbe schierare il difensore Rolin, il giocatore uruguaiano è infatti tornato dal suo paese dopo aver risolto le questioni burocratiche legate al transfer. In sala stampa, al posto del centrocampista Almiron, è invece intervenuto il difensore Giuseppe Bellusci: "All'Olimpico potevamo portare a casa i tre punti, siamo comunque concentrati per la sfida contro il Genoa. Personalmente spero d'essere schierato dal 1'. Al 'Massimino' avremo bisogno del sostegno dei nostri tifosi".

Il giovane centrale analizza poi il prossimo avversario, il Genoa di De Canio: "L'anno scorso non hanno fatto una bella figura contro la nostra squadra però sono sicuro che arriveranno con il coltello fra i denti. Noi dobbiamo essere bravi a contrastarli e non aver fretta di raggiungere subito il risultato, l'occasione per portarsi a casa i tre punti arriverà. Maran? Rispetto a Montella cura molto di più la fase difensica, frangente in cui abbiamo peccato molto nella scorsa stagione".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php