Live Sicilia

VERSO LONDRA 2012

La grinta di Paolo Pizzo:
"Voglio salire sul podio"


Articolo letto 1.257 volte

Lo schermidore catanese (nella foto), campione del Mondo di spada in carica, non nasconde l'emozione per la sua prima partecipazione ai Giochi: "Le Olimpiadi rappresentano una prova di maturità, un’occasione unica da cogliere al volo. Spero di esprimermi al meglio e di conquistare una medaglia".

VOTA
5/5
2 voti

Quando un sogno diventa realtà. È quanto accaduto al 29enne Paolo Pizzo, schermidore catanese, che sarà tra gli atleti azzurri protagonisti alle Olimpiadi di Londra. campione del Mondo in carica di spada, l’azzurro non nasconde l’emozione di partecipare ai Giochi: “Non vedo l’ora di iniziare – dichiara a LiveSicilia – dal momento in cui mi sono qualificato non aspetto altro che intraprendere questa straordinaria avventura. Voglio sfidare me stesso, mi sono allenato tanto, ho compiuto diversi sacrifici e adesso mi sento pronto. Le Olimpiadi rappresentano per me una prova di maturità, un’occasione unica da cogliere al volo”.

La partecipazione a Londra 2012, conquistata grazie al successo ottenuto nel mondiale 2011 svoltosi a Catania, arriva dopo un momento difficile, fortunatamente superato: “Ho subito un intervento ad una mano un paio di mesi fa – spiega Pizzo a LiveSicilia - dopo tanta riabilitazione ho potuto riprendere gli allenamenti e prepararmi alle gare. Adesso mi sento sereno, riuscire a superare quella fase delicata mi ha dato tanta forza”.

Pizzo (per gli amici Pippo, soprannome nato per gioco durante un allenamento), inoltre, mostra di avere le idee chiare sugli obiettivi da perseguire: “Ogni sportivo quando ha la possibilità di partecipare a un evento straordinario come le Olimpiadi non vuole altro che potersi esprimere al meglio ed ottenere il massimo. Sono campione del Mondo, inutile nascondere che il mio obiettivo è quello di salire sul podio. Spero di riuscirci, per regalare una gioia ai miei cari e una medaglia all’Italia”.

A Londra l’azzurro alloggerà al villaggio Olimpico, dove verrà seguito da parenti e amici: “Voglio vivere l’atmosfera del villaggio, si tratta di un altro sogno che posso realizzare. Spero di potermi divertire, naturalmente quando dovrò pensare alle gare sarò concentratissimo. Saranno con me in questa splendida esperienza i miei genitori, mia sorella e alcuni amici. La loro presenza sarà importantissima, spero di poterli ripagare ottenendo un risultato importante”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php