Live Sicilia

IL MERCATO ROSSAZZURRO

Maxi tra Torino e Lazio
Donnaruma per avere Frison


Articolo letto 2.664 volte

Per Maxi Lopez (nella foto), svanita la pista Parma che acquista Amauri, si apre l'asta fra Torino e Lazio. Nella trattativa per l'ingaggio del portiere Alberto Frison gli etnei avrebbero offerto il giovane attaccante ex Lanciano, Alfredo Donnaruma.

VOTA
1/5
1 voto

Dove andrà Maxi Lopez? Il rebus dell'estate in casa Catania riguarda proprio l'attaccante argentino e la sua ormai imminente cessione. Paradossalmente, il mercato nel club di via Magenta gira proprio intorno al destino della 'gallina bionda' , visto l'elevato costo del cartellino richiesto dal presidente Pulvirenti. Con 9 milioni di euro, trattabili fino ad otto, Maxi Lopez può cambiare casa, contrariamente, rimarrà a Catania per un'altra stagione. Queste le condizioni poste dal massimo dirgente rossazzurro che, sarebbe anche tentato di mantenere gli attuali 'rientri' all'ombra dell'Etna (vedi Morimoto dal Novara ed Antenucci dal Torino, ndr). Sull'attaccante ex Barcellona e Gremio c'è da registrare il ritiro del Parma del presidente Ghirardi. I ducali, nel tardo pomeriggio di ieri, hanno infatti ufficializzato l'acquisto di Amauri che, dopo appena una stagione, torna a vestire i colori gialloblu. Chi rimane dunque a contendersi il profilico bomber? Sulla cresta dell'onda ci sono sempre i nomi del Torino, che negli etnei cerca con insistenza anche Antenucci ed Almiron, e la Lazio che, se non dovesse riuscire ad accaparrarsi il turco Burak Yilmaz del Trabzonspor, virerebbe con decisione proprio verso Maxi Lopez.

Nell'attesa che la trattativa principale si sviluppi senza particolari problematiche i tifosi rossazzurri attendo con impazienza che la nuova squadra, agli ordini di Rolando Maran, si presenti ai cancelli di Torre del Grifo per i primi allenamenti. Manca, infatti, meno dI una settimana all'adunata generale in vista della preparazione della nuova stagione ed, al momento, è complicato quantificare quanti elementi si presenteranno. In linea di massima, seguendo le precedenti stagioni, si ipotizza una rosa composta da una trentina di giocatori anche se, molti di questi, rimarranno relativamente poco in Sicilia. Fra i confermati avremo di sicuro i vari Legrottaglie, Bellusci, Lodi, Almiron e Bergessio con Barrientos e Marchese ancora in bilico con i rispettivi rinnovi contrattuali. Già discusso ampiamente di Maxi Lopez, unico giocatore ad avere le valigie pronte, il reparto che subirà maggiori rivoluzioni sarà quello che riguarda la porta.

Le ultime sul portiere del Vicenza Alberto Frison vogliono i dirigenti etnei, Salerno e Gasparin su tutti, aver messo in ghiaccio la trattativa per il giovane estremo difensore nell'attesa che si chiarisca quella con Mariano Andujar. L'argentino, di ritorno dall'Estudiantes, non ha mai nascosto il desiderio di rimanere in patria e, in tal senso, il contratto con gli etnei con scadenza a giugno 2013, agevolerebbe le cose. Con il club biancorosso si può discutere dunque sulle basi di una cessione a titolo definitivo, escludendo un rinnovo del prestiTo. Tornando su Frison, Salerno starebbe pensando ad uno scambio da inserire all'interno della trattativa per il guardiapali di Mirano. Alfredo Donnaruma, attaccante di proprietà del Catania ma in prestito nell'ultima stagione al Lanciano promosso in B, rappresenta  una contropartirta tecnica gradita ai vicentini che, nella giornata di domani, discuteranno a quattr'occhi con gli etnei anche questa eventuale operazione.

Fatto che appartiene all’extracalcio è quello riguardante l’ex ad rossazzurro Pietro Lo Monaco. Il dirigente, attualmente in forza al Genoa di Preziosi, è stato infatti deferito dalla Procura Federale per aver commesso delle irregolarità nell’acquisto e nella gestione dei cartellini dei calciatori Del Core, Spinesi, De Zerbi e Rossini, fatti risalenti agli anni in cui gli etnei tornarono in serie A. Secondo una nota della stessa Procura Lo Monaco avrebbe violato “codici e norme in disprezzo di alcune operazioni che non sarebbero state effettuate in linea con i regolamenti”. Nella vicenda, il club etneo non è stato né deferito né coinvolto in alcun modo.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php