Live Sicilia

Zamparini e la nebbia

"Una partita vergognosa
Ma promuovo questo Palermo"


Articolo letto 518 volte

palermo, Sport, Palermo, Sport
“E’ stata una vergogna giocare”. Anche il presidente Maurizio Zamparini commenta con amarezza e rabbia la decisione dell’arbitro Banti di aver fischiato regolarmente l’inizio di Parma-Palermo nonostante la fitta nebbia: “Le difficoltà in trasferta restano, anche se della partita di Parma posso dire poco perchè non l'ho vista. L'avevo registrata, ma quando ho capito che non si vedeva nulla ho preferito glissare. E' stata una vergogna giocare, noi presidenti abbiamo chiesto di evitare i posticipi in inverno al Nord ma comanda il dio denaro e di noi se ne infischiano”. Zamparini anche questa settimana è sereno e soprattutto soddisfatto: “Siamo al di là dei nostri programmi. Abbiamo iniziato da capo, abbiamo venti punti, il bicchiere è mezzo pieno. Faccio il paragone con la Roma: anche lì hanno cominciato un nuovo ciclo con un allenatore giovane, eppure sono dietro di noi. In più abbiamo avuto tanti infortunati in attacco: togliamo Ibrahimovic, Pato e Cassano al Milan e vediamo se non soffre anche Allegri”.

Si parla di Parma e del problema “trasfertite”: “Senza le nostre punte titolari e con un Pinilla al 30% della condizione, il risultato di Parma può considerarsi soddisfacente – dice a La Sicilia - purtroppo in trasferta continuiamo ad avere sempre gli stessi difetti: ci scomponiamo quando veniamo aggrediti. Ci vuole un atteggiamento diverso. Mangia dovrà trovare il giusto mix tra la squadra che riesce ad imporre con autorità il proprio gioco in casa e quella che, invece, subisce spesso in trasferta. In questo momento abbiamo gli stessi punti dello scorso anno. Prima della fine del girone di andata giocheremo 3 volte in casa e altrettante in trasferta. Sarei soddisfatto se girassimo a 31 punti come un anno fa. Le prossime due trasferte? Non sarà facile né il derby siciliano con il Catania del 18 dicembre al Massimino né il recupero con il Novara del 21. Per fare risultato su uno dei due campi, ci vorrà un Palermo diverso da quello visto finora lontano dal Barbera". Intanto il Palermo prosegue la preparazione in attesa della sfida di sabato sera in casa contro il Cesena. Miccoli è tornato in gruppo e quindi a disposizione di Mangia che però perde Migliaccio per squalifica. Sarà ancora assente Zahavi che prosegue le terapie, probabilmente tornerà per la partita del 21 dicembre contro il Novara fuori casa.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php