Live Sicilia

palermo-siena 2-0. la cronaca

I rosa mettono la "terza"
Difesa perfetta e gioco da applausi


Articolo letto 257 volte

calcio, palermo, serie a, siena, Palermo, Sport
Si dice che le vittorie più belle siano quelle più sofferte: ecco perché il successo di oggi del Palermo sul Siena per 2-0 fa esplodere di gioia i tifosi palermitani. Il Palermo mette la “terza”, sì, la terza vittoria consecutiva che permette alla formazione di Mangia di volare al secondo posto, ad una sola lunghezza dall’Udinese capolista.

Tutto “anima e core” il Palermo che ha battuto la formazione toscana, anche perché l’espulsione di Balzaretti ad inizio ripresa ha messo il turbo alla squadra di Sannino che però non si è mai resa pericolosa. Solo lunghi lanci, palloni alti, e difesa rosanero perfetta in ogni movimento. Grande la partita di Migliaccio, autore anche del primo gol. Bravi Silvestre e Pisano, due che non mollano mai e che non sbagliano un colpo. Non si sa che obiettivo ha questo Palermo, ma quello di cui siamo certi è che la squadra di Mangia ha tanto entusiasmo, grinta, voglia di fare calcio e tanta determinazione nel ricercare la vittoria.

LA CRONACA Mangia conferma la formazione preannunciata alla vigilia: c’è Ilicic, con Miccoli ed Hernandez in avanti. Nel Siena, Sannino conferma la coppia Calaiò-Destro, a supporto c’è Brienza. Al 7’ ci prova già Miccoli con un rasoterra che però non trova la deviazione di Hernandez. La gara è spigolosa, il Siena pressa molto e mette in difficoltà i centrocampisti rosanero. Al 20’ però cambia lo score: punizione di Miccoli, cross in area e testa di Migliaccio che spiazza Brkic per il vantaggio del Palermo. Per Migliaccio è il nono gol con la casacca palermitana. Al 27’ brivido in area rosa: Brienza apre un corridoio che per poco non beffa Tzorvas, bravo a respingere con i piedi. Al 30’ diagonale malvagio di Hernandez che fa barba e capelli al palo con Brkic battuto. Bella la punizione di Miccoli al 32’ che però muore a lato. Più spigliato il Palermo rispetto ai primi minuti, fa tanto gioco Della Rocca che è bravo anche in fase d’interdizione. Al 42’ Miccoli da buona posizione angola troppo e spreca il raddoppio.

Miccoli esce dolorante al polpaccio e rimane negli spogliatoi, al suo posto c’è Zahavi, quindi rosa in campo con il 4-4-1-1. Nel Siena dentro Reginaldo e Gonzalez, fuori Calaiò e Mannini. Al 55’ Romeo sale in cattedra ed espelle Balzaretti, per fallo di mano che non c’è (doppio giallo). Mangia cambia inserendo Mantovani, al posto di Bertolo. Il Siena inizia a fare movimento soprattutto con Reginaldo e Brienza. Palermo vicinissimo al raddoppio con Zahavi che dopo la respinta di Brkic, su tiro di Hernandez, non riesce a correggere in rete. Ultimo cambio per Mangia che si copre con l’inserimento di Acquah. Il Siena quando parte dà l’idea di fare male, ma la difesa rosa è attenta e concentrata. Sofferenza nel finale, con il Siena che prova l’arrembaggio ma è il Palermo a segnare con Hernandez su rigore, penalty concesso per atterramento di Zahavi. I rosa esultano, tre punti meritati.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php