Live Sicilia

CATANIA-SIENA 0-0

Pareggio a reti bianche per gli etnei
Poche occasioni e tanta noia


Articolo letto 870 volte
VOTA
0/5
0 voti

calcio, Catania, serie a, siena, Catania, Sport
Non si saranno di certo entusiasmati i sette tifosi senesi, proprio come il resto del Massimino, per il pari a reti bianche tra Catania e Senia. Complice il gran caldo e una condizione fisica ancora non ottimale, il match è stato a tratti soporifero, mentre prometteva gol e spettacolo viste le filosofie tattiche di Montella e Sannino. Di spettacolo, tranne l’inizio tambureggiante del Catania, ce n’è stato ben poco: un punto a testa e tutti a casa.

Nella prima frazione di gioco gli etnei partono con un 4-3-3 a geometria variabile, con Lopez assistito sulle corsie laterali da Gomez e Lanzafame che, partendo da lontano, compongono un centrocampo allargato a cinque con Almiron in cabina di regia davanti alla difesa. Parte svagato il Catania che al 4’, su una dormita generale della difesa su un lungo rilancio, lascia colpevolmente solo Gonzales a tu per tu con Andujar ma l’attaccante senese spara sul portiere. Le due formazioni si affrontano a viso aperto e, complice il gran caldo alle pendici dell’Etna, fioccano le occasioni da rete: al 7’ Lopez spara alto da dentro area dopo una bella combinazione Gomez – Lanzafame, mentre due minuti dopo è Calaiò a sprecare da buona posizione.

Pur riuscendo ad affondare sulle fasce, specie sulla corsia di sinistra con Capuano e Gomez, il Catania non trova il guizzo giusto per la rete, complice un Siena non irresistibile ma ben messo in campo e pericoloso nelle ripartenze. Al 19’ Andujar rischia di farla grossa: su un lancio lungo esce dall’area e nel tentativo di prendere il pallone di testa viene scavalcato con Spolli che va a salvare la porta sguarnita. Ricchiuti prova a scuotere i suoi al 28’ con un buon tiro da fuori che però i spegne sul fondo, mentre al 36’ su errore di Capuano i toscani sprecano con Brienza un contropiede.

La ripresa ha lo stesso copione a partire dal primo minuto: i rossazzurri affondano, a volte senza ordine, e il Siena tiene il campo in attesa delle ripartenze. I cambi di Montella, che mette dentro Catellani, Sciacca e Lodi per Lanzafame, Almiron e Ricchiuti, non servono a dare il cambio di passo agli etnei. Solo Sciacca e Catellani si fanno notare a tratti, ma senza produrre reti. L’unico sussulto si ha al 36’ quando Lopez insidia il portiere bianconero su assist di Catellani, poi solo pericoli da calci piazzati o corner che i padroni di casa non sfruttano a dovere. Una partita senza sussulti con un unico vincitore: il caldo afoso. Bergessio, l’uomo della salvezza della passata stagione, è rimasto tutto il tempo in panchina. Eppure, sebbene la forma non ottimale, avrebbe potuto pungere nel finale.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php