Live Sicilia

Gli europei d'Inghilterra

Avola, il ragazzo d'oro della scherma


Articolo letto 664 volte
VOTA
0/5
0 voti

europei, oro, scherma, Sport
E' Giorgio Avola il campione europeo 2011 di fioretto maschile. Il più giovane tra gli azzurri, classe '89, sale sul gradino più alto del podio tutto azzurro che conclude la seconda giornata di gare ai Campionati europei di scherma di Sheffield. L'atleta siciliano è stato artefice di una prestazione eccellente conclusasi con la vittoria per 15-14 al termine di una finale tiratissima e combattuta contro Andrea Cassarà. Ad arricchire il podio azzurro è stato anche Andrea Baldini, giunto terzo dopo la sconfitta subita in semifinale da Cassarà per 15-11.

''E' una gioia infinita. Non ci credo ancora - il commento di Giorgio Avola -. Contro Cassarà non mettevo più di dieci stoccate nemmeno in allenamento. Oggi però ho vissuto una giornata straordinaria. Dedica? Sono egoista se dico che me la meritavo proprio questa vittoria? Quest'anno mi sono sacrificato tantissimo, ho tralasciato anche l'università. Ho detto ai miei amici 'voglio vedere dove arrivo' ed adesso eccomi qua. Non ci credo ancora''. Percorso netto quello di Avola. Dopo la fase a gironi che lo ha visto vincere tutti gli assalti, ha superato nel tabellone dei 32 il padrone di casa Halsted per 15-9. Nel turno successivo ha avuto la meglio per 15-9 il greco Nakis, mentre ai quarti ha invece dovuto tirare fuori grinta e carattere per avere la meglio sul tedesco Bachmann, sconfitto 10-9 al minuto supplementare. In semifinale la vittoria sul russo Cheremisinov per 15-8 è stato preludio alla prestazione contro Andrea Cassarà, di cinque anni più grande e dal curriculum più prestigioso.

I tre azzurri sul podio attestano il dominio italiano nel fioretto, anche al maschile. ''E' una tripletta quasi storica - dice il commissario tecnico, Stefano Cerioni -. L'ultimo un-due-tre sul podio risale al 1934. Sono realmente contento per i tre ragazzi. Cassarà e Baldini continuano a mantenere la vetta del ranking mondiale in vista di Londra, mentre per Avola è un successo che vale tantissimo. Non aveva ancora vinto gare importanti tra gli Assoluti ed iniziare con questo non può che essere un ottimo viatico''. La sfida attesa tra l'attuale numero 2 e numero 3 del mondo, Andrea Baldini ed Andrea Cassarà, si è vissuta in semifinale, con il bresciano che ha avuto la meglio per 15-11. Ai quarti, Baldini aveva vinto per 15-3 sul croato Jovanovic, mentre Cassarà aveva superato 15-7 l'austriaco Pranz. Nella prova di sciabola femminile Gioia Marzocca si ferma ai quarti.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php