Live Sicilia

Basket. A dilettanti

Ostuni o Treviglio? Trapani aspetta
l'avversaria per la promozione


Articolo letto 854 volte
VOTA
0/5
0 voti

basket treviglio, giovanni benedetto, leonessa brescia, ostuni basket, shinelco trapani, Sport, Trapani
Trapani aspetta. Fallito l'assalto al titolo di “campione d'Italia dilettanti” con la triplice, cocente sconfitta con la Leonessa Brescia, la Shinelco ha ancora una possibilità di approdare in LegaDue. A contenderle un posto nel basket che conta sarà la vincente di gara 5 fra Treviglio e Ostuni, in programma questa sera alle 20,30 in Puglia: i padroni di casa, che hanno vinto con facilità le due gare fra le mura amiche e hanno perso di misura in trasferta, sono lievemente favoriti, ma nel basket non c'è mai nulla di certo.
È particolarmente complesso, lo schema della serie A Dilettanti. La regular season è divisa in due gironi: per ciascuno di questi, le prime quattro classificate si scontrano in un turno eliminatorio dal quale vengono fuori due squadre per girone. Fra le squadre rimaste in gioco, quelle che hanno ottenuto il miglior risultato in ciascun girone nella regular season, in questo caso Shinelco Trapani (prima nel girone B) e Leonessa Brescia (seconda nel girone A), disputano una finale per il titolo di “campione d'Italia dilettanti”. Le altre due, invece, si sfidano fra loro: la vincente di questa serie è chiamata a disputare una “finalina” per la promozione contro la perdente della finale per lo scudetto. Dalla quale, come detto, Trapani è uscita con le ossa rotte: la Leonessa si è imposta due volte in Sicilia (81-85 e 70-76 i risultati) e una volta in Lombardia con uno schiacciante 95-57.
La promozione, comunque, sembra alla portata dei siciliani. Se l'avversaria fosse Treviglio la Shinelco si troverebbe ad affrontare una squadra arrivata quarta nel proprio girone al termine di un campionato non proprio irresistibile, mentre se a contenderle la promozione fosse Ostuni la squadra di coach Giovanni Benedetto si troverebbe di fronte un quintetto già sconfitto due volte durante la regular season (64-72 in Puglia e 80-79 in casa). I siciliani, inoltre, possono contare su una maggiore freschezza (l'ultima partita risale a venerdì scorso, mentre i pugliesi dovranno giocare al tutto per tutto anche stasera). Ma nel basket, come si è già detto, non c'è mai nulla di certo.

Trapani aspetta. Fallito l'assalto al titolo di “campione d'Italia dilettanti” con la triplice, cocente sconfitta con la Leonessa Brescia, la Shinelco ha ancora una possibilità di approdare in LegaDue. A contenderle un posto nel basket che conta sarà la vincente di gara 5 fra Treviglio e Ostuni, in programma questa sera alle 20,30 in Puglia: i padroni di casa, che hanno vinto con facilità le due gare fra le mura amiche e hanno perso di misura in trasferta, sono lievemente favoriti, ma nel basket non c'è mai nulla di certo.

È particolarmente complesso, lo schema della serie A Dilettanti. La regular season è divisa in due gironi: per ciascuno di questi, le prime quattro classificate si scontrano in un turno eliminatorio dal quale vengono fuori due squadre per girone. Fra le squadre rimaste in gioco, quelle che hanno ottenuto il miglior risultato in ciascun girone nella regular season, in questo caso Shinelco Trapani (prima nel girone B) e Leonessa Brescia (seconda nel girone A), disputano una finale per il titolo di “campione d'Italia dilettanti”. Le altre due, invece, si sfidano fra loro: la vincente di questa serie è chiamata a disputare una “finalina” per la promozione contro la perdente della finale per lo scudetto. Dalla quale, come detto, Trapani è uscita con le ossa rotte: la Leonessa si è imposta due volte in Sicilia (81-85 e 70-76 i risultati) e una volta in Lombardia con uno schiacciante 95-57.

La promozione, comunque, sembra alla portata dei siciliani. Se l'avversaria fosse Treviglio la Shinelco si troverebbe ad affrontare una squadra arrivata quarta nel proprio girone al termine di un campionato non proprio irresistibile, mentre se a contenderle la promozione fosse Ostuni la squadra di coach Giovanni Benedetto si troverebbe di fronte un quintetto già sconfitto due volte durante la regular season (64-72 in Puglia e 80-79 in casa). I siciliani, inoltre, possono contare su una maggiore freschezza (l'ultima partita risale a venerdì scorso, mentre i pugliesi dovranno giocare al tutto per tutto anche stasera). Ma nel basket, come si è già detto, non c'è mai nulla di certo.


/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php