Live Sicilia

La finale

Bovo: "Il Palermo può dire la sua"


Articolo letto 757 volte
VOTA
0/5
0 voti

, Palermo, Sport
Questa mattina, presso l'Istituto "Falcone" di via Trapani Pescia a Palermo è stato inaugurato il campo di calcetto donato dal presidente rosanero Maurizio Zamparini. Hanno partecipato al taglio del nastro il vicepresidente Guglielmo Miccichè, il direttore di gestione Giuseppe Del Bianco e i rosanero Cesare Bovo e Armin Bacinovic. Livesicilia era presente e ha raccolto alcune dichiarazioni rilasciate dal difensore romano: “E' un bellissimo evento - ha sottolineato il centrale romano - è un grande regalo da parte del presidente a questi ragazzi che hanno bisogno di strutture per restare lontano da altre situazioni più difficili". Ovviamente si parla anche della storica finale, che Bovo però salterà per squalifica: “Sarà una partita importantissima, purtroppo non potrò giocare ma sarò ugualmente con la squadra - ha dichiarato il numero 5 rosanero - Emergenza a centrocampo? Da oggi, alla ripresa degli allenamenti, si valuteranno le situazioni ma sono convinto che saranno tutti recuperabili. E' una finale che noi non abbiamo mai giocato, una partita secca nella quale il Palermo può dire la sua”.

Tema ricorrente il mercato, anche Bovo rientra in quella famosa lista di papabili partenti, lui smentisce: “Ho due anni di contratto, io qui sto bene - ha spiegato - Juventus e Roma? Qualche colloquio c'è stato ma, ripeto, ho un contratto con il Palermo e mi sento un giocatore importante di questa squadra. In ogni caso tutte le situazioni di mercato vengono definite a giugno, spesso anche l'ultimo giorno”. Bovo, stuzzicato sulle potenzialità del Palermo, vola basso: “Cosa manca al Palermo per compiere il salto di qualità? Credo che il Palermo abbia già fatto grandi passi avanti, abbiamo lottato per la Champions e siamo nuovamente in Europa League - ha rimarcato il difensore romano - Sappiamo che mancano ancora dei passi da compiere per raggiungere il livello delle big. Zamparini ha detto che nel giro di qualche anno potremmo lottare per lo scudetto? Credo sia prematuro. Il Palermo è, a mio avviso, una grande del campionato ma non possiamo nascondere che ci sono squadre più attrezzate di no”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php