Live Sicilia

Rossi e l'ultima sfida a Barbera

"Il Chievo? Ci serve per Roma"


Articolo letto 519 volte

, Palermo, Sport
Parla poco della “partita”. Forse una tattica, un modo per non pensarci, era prevedibile. Delio Rossi in sala stampa dribbla anche le domande sul futuro e sulla sua probabile “ultima” gara da rosanero al Renzo Barbera: “Domani potrebbe essere la mia ultima al Barbera? Ma perché? Io sono in scadenza, fino al 30 giugno sono ufficialmente l'allenatore del Palermo e tutte le mie energie sono rivolte alla gara di domani e alla finale. Il valore della sfida di domani? Quella di domani per me è una partita importantissima, perché se non abbiamo la spina attaccata domani non vedo come potremo averla fra 7 giorni. Soprattutto serve a me per la gara di Roma. Quindi l'importanza è massima, anche perché non ho ancora idea di quale formazione schiererò domenica prossima”.

A fine stagione Rossi e Zamparini s’incontreranno per dirsi addio. L’allenatore riminese ribadisce di non aver sentito il presidente in questi ultimi giorni: “L'ultima volta che ho sentito il presidente risale alla mattina della sfida di Genova. Io personalmente, in quanto sono abituato a lavorare e a pensare al Palermo dalla mattina alla sera, tutto quello che non riguarda il campo mi scivola addosso”.

Uno dei temi caldi della settimana è stato il caos di mercato creato attorno a Pastore, Rossi la pensa così: “Javier per la sua età è un ragazzo molto equilibrato e razionale. Queste voci lasciano il tempo che trovano, in quanto si sa che la quasi totalità di queste voci sono sempre non veritiere. Non le ascolta”. I minuti finali della conferenza Rossi li dedica alla finalissima dell’Olimpico: “Per molti di questi ragazzi la finale di Roma sarà la prima finale. Spero che non sia l'ultima. Ognuno è fatto a modo suo, quindi l'allenatore deve essere bravo a capire se deve caricare la partita o se non deve farlo. Opzioni tattiche per queste partite? Sicuramente in vista di domani ho una visione più chiara, poi penserò alla sfida di Roma".

"In ogni caso viste le squalifiche di Bovo e Bacinovic - continua Rossi -  il cerchio si restringe. Grandissimo entusiasmo in citta'? Io adesso penso unicamente alla partita di domani e spero che prima ancora che l'Olimpico, possa essere domani il Barbera ad essere tutto rosanero. E' importante capire da dove si proviene ed il valore che un risultato ha in base ai sacrifici fatti per arrivarci. Al Sud arrivare a certi livelli è più difficile e certi successi devono essere assaporati al meglio, al massimo delle proprie possibilità. Chi è abituato alla trippa, gusta molto di più il caviale quando lo mangia la prima volta... Tutto l'ambiente adesso deve remare nella stessa direzione, perché si trova davanti ad una grande occasione”. Rossi conclude con questa ultima perla la sua, forse ultima, conferenza a Boccadifalco.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php