Live Sicilia

Ancora il Palermo nel futuro del cileno

Pinilla: "Voglio il primo 'titulo'"


Articolo letto 509 volte
VOTA
0/5
0 voti

calcio, Coppa Italia, palermo, pinilla, Sport, Sport
Per lui forse è un derby essendo l’Inter una delle prime squadre in cui ha militato. Mauricio Pinilla non dimentica il suo passato a tinte nerazzurre, ma la finale è sempre una finale, ecco perché in sala stampa, il centravanti cileno suona la carica: “Voglio chiedere ai tifosi di venire allo stadio domenica, primo passo di avvicinamento alla finale di Roma. E' importante sentire la loro partecipazione anche in una partita come quella contro il Chievo. Palermo inesperto per le finali? L'esperienza però ce la possiamo fare giocando. I nostri tifosi meritano la Coppa e noi giocheremo per quello. Tengo tantissimo a questa finale, voglio il primo 'titulo'. Mi aspetto una festa già da domenica. Spero di continuarla questa festa, anche lunedì 30. Un mese fa eravamo in condizioni poco brillanti, ma adesso siamo fiduciosi e stiamo lavorando bene. Io titolare a Roma? Nessuno è sicuro del posto in campo nella finale di Roma. E' vero che spesso quando stavo bene sono stato in campo da titolare, ma devo sempre dimostrare al mister di meritare il posto in una partita che tutti vorrebbero giocare. Dobbiamo dimostrare al mister che stiamo bene e abbiamo voglia di vincere”.

Naturalmente si parla di assi, si parla di Pinilla e viene a galla l’argomento mercato: “A Palermo sono molto felice – dice il cileno - ho trovato un ambiente perfetto per esprimermi al meglio. A meno di offerte alle quali non si potrebbe dire no, voglio rimanere qui, ma nel calcio non si sa mai e credo che lo stesso vale per i miei compagni. Noi comunque non dobbiamo pensare a queste cose, ma concentrarci sul finale di stagione”.

Mauricio Pinilla parla anche del compagno Javier Pastore: “Sapere di avere in squadra uno dei giocatori più forti al mondo fa piacere. Lui è anche un ragazzo intelligente che sa gestire certe situazioni. Sono felice di poter giocare al suo fianco visto che è destinato ad approdare in grandi squadre. A me farebbe piacere averlo qui anche nella prossima stagione, ma come dicevo nel calcio non si sa mai. Inevitabilmente lui dovrà fare questo salto di qualità e lo ritengo pronto per una grande squadra, ma dovrà trovare il momento giusto per farlo. Il fatto di giocare la Copa America gli darà ulteriore visibilità”.

Oggi per i rosa doppia seduta in vista della sfida di domenica alle 18 contro il Chievo Verona.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php