Live Sicilia

L'allenatore del Palermo

Rossi: "Io alla Samp? Non cerco una squadra, ma un progetto"


Articolo letto 500 volte
VOTA
0/5
0 voti

calcio, palermo, rossi, serie a, Sport
In sala stampa, al termine di Sampdoria-Palermo, parlano solo i rosanero. Samp in B e con il morale sotto i tacchi.

ROSSI: “Queste sono partite difficili perché pur avendo meno motivazioni dell’avversario devi onorare il campionato. In questo momento sono contento della vittoria del Palermo, ma non posso gioire perché dall’altra parte c’è una tifoseria che sta piangendo. Questo fa parte del calcio, come nello scorso anno quando furono loro a sorridere a Palermo per la qualificazione in Champions League, ma tuttavia non penso che la Sampdoria sia retrocessa oggi con la sconfitta contro il Palermo. Io alla Sampdoria? In non sono alla ricerca di una squadra, ma di un progetto dove sono parte integrante, indipendentemente dalla categoria. Io non ho avuto nessuna diatriba con Zamparini, chiariamolo subito, io rispondo solo quando mi tirano per la giacca. La differenza è che a me piace parlare con lui, mentre lui ama parlare di me alla stampa. Io alleno un gruppo di ragazzi importanti che hanno raggiunto l’obiettivo dell’Europa League come l’anno scorso malgrado la loro giovane età e sono pronti a giocarsi a Roma una partita importante per loro e per la storia del club. Alla fine della stagione, parlerò con Zamparini per fargli conoscere le mie decisioni”.

MIGLIACCIO: “Per onorare il campionato è giusto che abbiamo fatto la nostra partita. Anche perchè, a me, personalmente mai nessuno ha regalato nulla. L'anno scorso ho fatto i complimenti alla Sampdoria per la qualificazione in Champions, che si è meritata senza rubare nulla. Quest' anno invece faccio i complimenti alla tifoseria blucerchiata. Sei anni fa, a Bergamo, successe anche a me di retrocedere tra gli applausi. I tifosi hanno dato grande dimostrazione di maturità. Palombo? Angelo sono 9 anni che è qui alla Samp, è un pezzo di storia di questo club. Purtroppo per loro la stagione è nata male con l'uscita precoce dalla Champions, poi due pezzi da 90 a gennaio sono stati ceduti e infine quando una squadra non è abituta a lottare per non retrocedere diventa ancora più dura”.

DARMIAN: “Dispiace per la Samp, ma noi vogliamo vincere sempre. Abbiamo pareggiato la loro carica agonistica e giocato un buon calcio. Bisogna adesso rimanere concentrati e continuarci ad allenare bene per preparare la partita più importante della stagione. Tutti noi vogliamo assolutamente vincere la Tim Cup”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php