Live Sicilia

i commenti nel post partita

Rossi: "Il mio futuro lo scriverò
con quello che sto facendo"


Articolo letto 622 volte
VOTA
0/5
0 voti

, Palermo, Sport
Tanto entusiasmo in casa Palermo dopo il successo sul Milan. Parla prima Migliaccio: “Giocare una finale con questa maglia è il coronamento di un sogno, sono felicissimo. Ci tenevamo tantissimo a regalare questa gioia ai tifosi - dice il centrocampista del Palermo ai microfoni della Rai - Il gol mi ripaga dei tanti sacrifici che ho fatto in carriera. Andiamo a Roma per prenderci la coppa”.

Tocca poi a Delio Rossi: “E’ giusto che gli applausi siano andati alla squadra perché si è sacrificata tanto e mi ha seguito. Al di là delle qualità tecniche ci sono delle qualità morali in questi ragazzi. Abbiamo battuto una grande squadra come il Milan. Fino a mezzanotte festeggiamo questa vittoria, poi penseremo alla finale di Roma. A Pinilla ho detto di sfruttare maggiormente le sue energie dato che entrato a partita in corso mentre ho tolto Pastore invece di Ilicic perché ritenevo che fosse più stanco dello sloveno che si è riposato per 4-5 domeniche. Il mio futuro lo scriverò con quello che sto facendo. Il lavoro di un allenatore non va visto solamente se la palla va un centimetro a destra o a sinistra; il lavoro di un allenatore va visto quando crea un gruppo. Per adesso godiamoci questa vittoria. Ad Aquah ho dato questo palcoscenico ma stasera tatticamente soffrivamo a centrocampo. Lui però è un giovane, classe 1993, e gli tremavano un po’ le gambe. Nell’arco dei 180’ abbiamo meritato la qualificazione a parer mio. Io penso che se il Milan gioca contro il Palermo e reclama mezzo rigore, il Palermo ha fatto una grande partita”.

Sale anche Nocerino: “Oggi avevamo già vinto per il modo in cui siamo entrati in campo. Ci mancava solo un piccolo passo avanti, e lo abbiamo fatto. Abbiamo subito solo un tiro dal Milan, che è campione d'Italia. Non abbiamo subito quasi niente, siamo stati bravi e intelligenti. I giocatori che abbiamo possono segnare in qualsiasi momento, siamo stati bravi a sfruttare le nostre occasioni. La nostra arma in più? Il gruppo, la voglia di andare a Milano e giocarcela. E' stato il cocktail giusto per volere arrivare alla finale di Roma. Noi bloccati? Alla fine del primo tempo non sentivo nemmeno fatica. Siamo arrivati in finale, e questa è la cosa più importante. Abbiamo dato questa gioia ai palermitani, che ci tenevano tantissimo”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php