Live Sicilia

Serie A. La 36/a giornata

Il Catania si salva e il Brescia scende in B


Articolo letto 879 volte
VOTA
0/5
0 voti

brescia, calcio, Catania, serie a, Sport, Sport
Adesso si può finalmente dire quella frase che a mezza bocca in settimana nessuno voleva pronunciare: la salvezza c'è. La vittoria del Lecce provoca un terremoto in coda ma questa vittoria mette l'Elefante al sicuro. Una prestazione di grande solidità e concretezza ha portato, per la prima volta in stagione, i rossoazzurri alla fondamentale vittoria in casa del Brescia. Una gara che ha visto, finalmente, gli etnei decisi e cinici al punto giusto anche in trasferta, contro un avversario più confuso che organizzato.

Vince il Catania e convincono le scelte di Simeone: out Maxi, dentro Bergessio, mentre a centrocampo rientra il lungodegente Biagianti. La squadra del Cholo parte corta e senza timori. Schelotto e Gomez affondano sulle fasce e al 28' l'italoargentino crea la prima palla gol. E' il preludio alla zampata del difensore goleador Silvestre, che su calcio piazzato di Gomez insacca al volo di destro da dentro area. Il Brescia attacca ma gli etnei, specie dietro, sono ben messi e impermeabili. Il fine gara porta alcune occasioni, specie dai corner, per le rondinelle che sfiorano il pareggio tra il serpeggiante nervosismo del pubblico.

Nella ripresa Simeone non cambia e il Brescia è più arrembante. Al 10' i padroni di casa reclamano un calcio di rigore per un fallo di mano in area, ma l'arbitro lascia correre per involontarietà. Bergessio torna a farsi vedere al 17' quando in area riesce a sgusciare ai difensori e a tirare, ma debolmente. Qualche minuto più tardi, al 30', il numero 9 argentino non sbaglia e su assist perfetto di Gomez in mezzo insacca di sinistro con freddezza a tu per tu col portiere. La rete taglia le gambe al Brescia e cresce la tensione. Il baratro della B fa innervosire Lanzafame che viene espulso per un inutile fallo su Lodi. Al penultimo minuto di gioco il capolavoro su calcio piazzato di Diamanti non fa che aumentare i rimpianti dei padroni di casa.

Al triplice fischio sorrisi e abbracci tra gli etnei. Abbracci che sanno di serie A.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php