Live Sicilia

Le critiche del patron e il mercato

Zampa: "Ho contato gli errori"
L'agente di Bovo: "Dopo tanti anni..."


Articolo letto 430 volte
VOTA
0/5
0 voti

Bovo, palermo, zamparini, Palermo, Sport
Maurizio Zamparini torna a parlare e ai microfoni di Gr Parlamento ha criticatola scelta dell'arbitro Carmine Russo nella sfida di ieri sera tra Bari e Roma: "Ho trovato presupponenza e sbadataggine nella scelta dell'arbitro di Bari-Roma, lo stesso delle polemiche roventi con il Brescia. Era turbato, non era un arbitro sereno. Sono da 25 anni nel calcio e mi illudo sempre che migliori, invece non migliora mai". Parlando della partita persa dal Palermo 3-1 con il Parma, Zamparini ha poi aggiunto: "Quando vedevo il risultato ho fatto un pensiero: non è che i miei giocatori si allenano per battere record di gol subiti? Penso sia già un primato quello attuale ma deve far riflettere per l'anno prossimo. Non mi so rendere conto poi per il primo gol, che è stato un infortunio del nostro portiere e dell'arbitro, visto che è stato segnato chiaramente con il braccio".

Proprio in tema di arbitri e di errori Zamparini ha "pronta una cassetta con 25 errori clamorosi in questa stagione. La gente la deve vedere...". Si parla di mercato, Zamparini parla di Hernandez: "Per adesso vale almeno venti milioni di euro. Sono certo che resterà a Palermo. Se qualcuno fosse interessato dovrebbe mettersi in mano da venti milioni di euro a salire. Mercato in entrata? Ho già preso quattro giovani di livello, ottimi calciatori". Il patron, un po' come Miccichè, ha sensazioni positive in vista della Coppa Italia: "Sono convinto che arriveremo in finale, batteremo il Milan 2-0 e poi ce la giocheremo a Roma sicuramente contro l'Inter che ha già ipotecato il passaggio grazie alla vittoria sui giallorossi. Sono fiducioso, avremo tante motivazioni. Passiamo anche con l'1-1? No, vinceremo 2-0".

Intanto dichiarazione piuttosto "rumorosa" dell'agente di Cesare Bovo che ad una radio fiorentina ha detto: "Ha ancora due anni di contratto a Palermo - dice Zavaglia - aspettiamo un attimo prima di valutare il suo futuro. Con il  dovuto rispetto, paragono Bovo a Scirea, perché non parla molto ma si fa rispettare. Dopo tanti anni a Palermo, avrebbe la speranza di venir via. A Roma è andato quando Zamparini prese il Palermo e nel pacchetto c'erano determinati giocatori, era una situazione, un po' particolare".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php