Live Sicilia

Schillaci e Zamparini

"Ragazzi, ricordiamo chi eravamo"


Articolo letto 578 volte
VOTA
0/5
0 voti

schillaci, zamparini, Palermo, Sport
Anche lui probabilmente era iscritto al partito “Rossiano” e lo capiamo da come elogia e apprezza l’operato dell’ex allenatore rosanero. Totò Schillaci, quando è stato esonerato Rossi, sicuramente non avrà fatto la faccia di quando non gli venne concesso un rigore ad Italia '90, ma certamente non se lo aspettava in tempi così rapidi. “Pensavo che Rossi restasse fino al termine della stagione – dice Schillaci a Live Sicilia – invece no. Credo che se il pubblico palermitano sia un po’ freddo nei confronti di Zamparini è anche per questo motivo. I tifosi rosanero erano molto legati a Rossi e non hanno preso bene quest’esonero. Adesso ho sentito alcune critiche nei confronti di Zamparini, ma secondo me, vanno un po’ placate. Ricordiamoci sempre da dove veniamo, se siamo in A e se il Palermo ha giocato in Europa dobbiamo ringraziare sempre il presidente rosanero. Lui ha un carattere particolare, vende spesso, ma questa è la sua politica e bisogna accettarla. Poi ci sta che magari puoi perdere qualche partita, ma l’importante è non perdere la serie A. Credo che se c’è disaffezione da parte del pubblico è dovuto solo al fatto che Zamparini abbia esonerato Rossi. Sicuramente tornerà tutto come prima”.

 Poi un commento sull’'esonerite' di Zamparini: “Lui è così. Prendiamo per esempio l’Udinese e Guidolin che ha perso all’inizio quattro partite consecutive. Zamparini lo avrebbe esonerato, Pozzo no, ed ecco che alla fine i risultati si sono visti”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php