Live Sicilia

I torti arbitrali

Monta la rabbia in casa rosanero:
"Penalizzati da inizio stagione"


Articolo letto 439 volte
VOTA
0/5
0 voti

micciché, sabatini, zamparini, Palermo, Sport
Più neri che rosa in casa Palermo dopo la sconfitta di Cagliari e l’errore arbitrale che ha condizionato l’andamento del match. Zamparini è un fiume in piena ma clamorosamente avrebbe deciso di rimanere zitto per tutta la settimana. Un segno di protesta o forse un segno di stanchezza verso un calcio che non ama più come prima. A Live Sicilia parla invece il vicepresidente rosanero, Guglielmo Miccichè: “Siamo indignati ma impotenti. Cosa possiamo fare?. Zamparini le ha provate tutte, grida all’Italia la sua rabbia ma non cambia nulla. Siamo stati penalizzati da inizio stagione, ma non è cambiato ancora nulla. A Cagliari, a Verona, a Milano, contro l’Inter, siamo stati sempre danneggiati, ci mancano dei punti che poi a fine campionato potrebbero rivelarsi decisivi. È tutto assurdo, Zamparini ha ragione ad arrabbiarsi ma purtroppo è andata così. Io spero che i tifosi non ci abbandonino, che restino con noi, che ci stiano vicini. I nostri obiettivi non cambiano, il Palermo resta sempre il Palermo”.

Miccichè si tuffa sul mercato: “Non credo faremo tantissimo, abbiamo già preso due ottimi giocatori come Kurtic e Andelkovic e non abbiamo bisogno di tanti innesti. Se ci saranno delle occasioni magari li valuteremo ma non abbiamo nessuna impellenza. Tra l’altro Hernandez sarà pronto entro dieci giorni, e fra un mese e qualche giorno riabbracceremo anche Pinilla. Speriamo di rialzarci presto a partire dalla gara contro il Brescia, è una partita da vincere assolutamente”. A reterete24 parla invece l’ex ds rosanero, Walter Sabatini: “Nasce oggi un caso arbitri contro il Palermo? Credo che lo era anche prima perché, pur non pensando ad una vera e propria congiura, alla squadra rosanero mancano dei punti importanti in classifica appunto per certe decisioni che hanno penalizzato il cammino. Ieri, però, - dice Sabatini – è successo qualcosa di gigantesco: incredibile che la posizione di fuorigioco di Matri in azione sul dischetto del rigore, quindi di facile individuazione, sia sfuggita al collaboratore di Tagliavento. Qui il Palermo è stato davvero sfortunato”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php