Live Sicilia

Negato rigore ai Rosa

Palermo sprecone al Bentegodi
Col Chievo finisce 0-0


Articolo letto 326 volte
VOTA
0/5
0 voti

bentegodi, calcio, chievo palermo, palermo, serie a, Sport
Il Palermo sprecone  a Verona contro il Chievo. Al Bentegodi i rosanero pareggiano 0-0 una bellissima partita che più volte avrebbe potuto vedere i siciliani passare in vantaggio se si fossero evitati troppi errori sottoporta e se l'arbitro avesse fischiato un sacrosanto rigore per fallo netto su Pastore. L'amarezza degli uomini di Rossi è doppia considerando i risultati degli altri campi, con la sconfitta di tutte le dirette concorrenti del Palermo nella corsa alla Champions.

L'inizio è più aggressivo da parte del Chievo che lotta su ogni pallone aggredendo i portatori di palla avversari. Il primo a provare il colpaccio è Thereau all'8', ma Sirigu, ben piazzato, vede la sfera spegnersi sull'esterno della rete. Il Palermo reagisce e prova a far valere la maggior tecnica. Al 16' Bovo si fa soffiare il pallone in area da Thereau, il clivense serve palla al centro per Pelissier che tira spara su Sirigu. Al 29' una bellissima punizione di Bovo termina di pochissimo al lato sfiorando il palo esterno alla sinistra del portiere. Al 34' sale in cattedra Pastore. L'argentino offre un grande assist per Ilicic che davanti al portiere sbaglia tutto. Poco dopo è Balzaretti, tra i migliori in campo, a mettere in mezzo per Maccarone che di destro spedisce fuori di poco. Il Palermo ci prova ancora al 40', con una gran botta da fuori di Nocerino, ma Sorrentino è attento a respingere di pungo. Prima del fischio di fine primo tempo, una nuova occasione per il Palermo con Nocerino. Il suo tiro dal limite però è smorzato da un difensore. Nel secondo tempo il Palermo prova l'arrembaggio nei primi minuti, ma al 5' è il Chievo a sfiorare il vantaggio: Pellissier mette in mezzo per Costant che la lascia a Bogliacino: la sfera esce di poco. Le squadre si allungano e si fa sentire la stanchezza, pur continuando a inseguire la vittoria. Al 28' Sirigu si oppone a una conclusione di Costant. La partita è un'altalena continua di occasioni che vedono maggiormente la squadra ospite proporsi in avanti, salvo mancare sempre l'ultimo colpo vincente sottoporta.

Il fischio finale sancisce l'aggancio del Palermo nei confronti della Juve con 31 punti, e per il Chievo il raggiungimento dei 22 punti in classifica

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php