Live Sicilia

Mercato rosanero

Lanzafame e i suoi fratelli
Il nodo delle comproprietà


Articolo letto 361 volte
VOTA
0/5
0 voti

mercato rosanero, palermo, sabatini, Sport
Walter Sabatini
Il gong suonerà alle 19 di venerdì, ma il Palermo vuole risolvere tutti i nodi delle comproprietà qualche ora prima. Walter Sabatini ha infatti messo per adesso da parte il mercato in entrata, per concentrarsi totalmente sulle compartecipazioni. Quella più spinosa riguarda Davide Lanzafame. Il calciatore è in comproprietà con la Juventus, ma quello che stupisce è che nessuna delle due società vuole il calciatore. Lanzafame è piuttosto amareggiato, anzi arrabbiato e a Stadionews ha detto: “Sicuramente mai più al Palermo, la società rosanero non mi ha trattato benissimo, per loro ero solo un numero, non un giocatore. Adesso attendo novità, devono decidere loro cosa fare, io vorrei andare al Parma, lì sono stato benissimo. Comunque non voglio fare polemica”. Per Lanzafame c’è il rischio buste. Domani ci sarà un nuovo incontro tra Sabatini e Marotta. Altra comproprietà, quella per Jankovic, calciatore che sicuramente verrà riscattato interamente dal Genoa, detentrice dell’altra metà del cartellino. Il Bologna, invece, ha deciso di non esercitare il diritto di prelazione sulla metà di Guana, Raggi e Succi. I tre quindi tornano alla base, ossia al Palermo. Il Lecce intanto si prende metà Mazzotta, il calciatore a Livesicilia, conferma di essere piuttosto soddisfatto: “Devo ringraziare il Lecce per avere creduto in me, sono molto contento perché per me giocare in serie A è davvero un sogno. Ringrazio la società e De Canio, che ha dimostrato di avere tanta fiducia in me. Palermo? Un giorno spero di tornare, ma da protagonista”. Andiamo avanti. Sabatini rinnoverà le compartecipazioni di Di Matteo e Misuraca con il Vicenza, Tripoli invece resterà al Varese. Nelle prossime ore il club rosanero potrebbe ufficializzare Davide Gavazzi: il calciatore si trasferirà in rosanero a titolo definitivo. Gavazzi sarà inserito in prima squadra. Affare Garcia: c’è anche il Porto, ma il Palermo si è fatto sentire prima e quindi ha una sorta di opzione. Sarà invece Toloi il successore di Simon Kjaer, Sabatini ha già il sì del calciatore e del Goias, ma annuncerà il colpo solo dopo la cessione del danese. Rubinho sempre più vicino al Chievo, che definirà la trattativa solo dopo avere ceduto Sorrentino al Genoa.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php