Live Sicilia

Il tecnico dell'Atalanta

Mutti: "Vogliamo chiudere con dignità"


Articolo letto 822 volte
VOTA
0/5
0 voti

Atalanta, campionato, Mutti, palermo calcio, Sport
''Giocheremo per finire con dignità, anche per riconoscenza verso i tifosi che ci hanno sempre sostenuto''. L'Atalanta e' già retrocessa, ma per Lino Mutti l'importante sarà finire a testa alta. Poi si potrà voltare pagina e pensare a un futuro che al momento è decisamente incerto, con il club che potrebbe esser venduto. ''Il Palermo si gioca le ultime chance di Champions - spiega Mutti - ma a noi non mancheranno le motivazioni. E' stata una settimana difficile, nello spogliatoio c'era un'inevitabile depressione. Ma abbiamo ritrovato la voglia per andare in campo e congedarci con una buona partita''. Inevitabile guardarsi indietro e ripensare alle occasioni sprecate. ''Ho preso la squadra in condizioni molto difficili - osserva Mutti - sono pero' riuscito a rimetterla in condizioni di lottare fin quasi alla fine. Abbiamo giocato un buon calcio, soprattutto in casa. A condannarci sono state soprattutto due partite, con il Chievo e con il Bologna. Due autoreti e alcune decisioni arbitrali sbagliate ci hanno penalizzato. Sono convinto che se fosse andata diversamente avremmo anche centrato il miracolo della salvezza''. Cosi' non e' stato: l'Atalanta è in B e risalire non sarà facile. ''Non meritavamo di retrocedere, questa e' l'amarezza più grande. Ho guidato un gruppo di valore. Mi resta la soddisfazione di esser tornato a lavorare per l'Atalanta e di aver rinvigorito una squadra che quando sono arrivato sembrava smarrita''. Il suo contratto e' in scadenza, ma l'allenatore fa il fatalista. ''Eravamo d'accordo che il mio lavoro si sarebbe concluso a fine stagione. Cosa accadrà adesso? Non lo so, staremo a vedere...''. Contro il Palermo tornerà titolare Doni: ''Anche per lui e' un momento particolare, ne abbiamo parlato. E' a un bivio, deve decidere cosa fare. Non so se continuerà, e' una decisione che spetta solo a lui''. Anche l'ultima partita vedrà l'Atalanta in emergenza, una costante di questo disgraziato campionato: Capelli e Guarente sono ko, mancheranno anche gli squalificati Amoruso e Valdes. In difesa troverà posto Peluso, a centrocampo giocheranno Radovanovic al centro e Ceravolo a sinistra.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php