Live Sicilia

Sospetti su Catania-Chievo

Pasta con le sarde (e pandoro)?


Articolo letto 767 volte
VOTA
0/5
0 voti

Catania, chievo, combine, Sport
Pasta con le sarde e pandoro? Insomma, non è che il pareggio tra Chievo e Catania debba considerarsi come una specie di tacita o espressa combine? Livesicilia non ci crede. Ma si limita a registrare i commenti. E i fatti. Si legge su un sito: "Come annunciato, è arrivato il pareggio nella partita tra Chievo-Catania. I bookmaker, che alcuni giorni prima del match aveva chiuso o limitato le scommesse su questo evento, possono adesso reclamare con ragione un’indagine, su quanto avvenuto, prima di dare il via libera al pagamento delle eventuali vincite. Un pareggio che non fa altro che avallare la tesi della sospetta combine per il modo in cui è arrivato. Infatti, fino al gol di Pellissier al 64’, il Catania non ha praticamente mai giocato, ma dopo la rete è entrata in partita trovando il gol del parecchio esattamente 10 minuti dopo con Maxi Lopez su rigore. Strane circostanze, come quelle di un incontro diviso in due, dove ognuno fa la sua parte, quanto basta affinché la partita finisca in pareggio, come previsto".
Lo stesso sito riporta la reazione della società: "L’a.d. del Catania, Pietro Lo Monaco, intervistato ai microfoni della trasmissione Sala Stampa, in onda su Antenna Sicilia, ha rilasciato alcune dichiarazioni per parlare della presunta combine con il Chievo, definendo assurde queste supposizioni: "Con il Chievo è stata una gara con qualche ombra visto che ci mancavano tanti titolari e poi se ne sono infortunati altri durante il match. La cosa importante è stata la nostra reazione dopo il gol di Pellissier e averla pareggiata in simili condizioni di disagio testimonia il nostro buono stato di salute. Un punto che ci da continuità di risultati e ci permette di affrontare la Fiorentina mercoledì prossimo nel migliore dei modi. La quota salvezza? Credo a 40 punti ma l’anno scorso ne sono bastati 37. Non bisogna rilassarsi un attimo, e con i Viola occorre grande determinazione come contro l’Inter. La squadra di Prandelli è in risalita e spesso al Massimino è stata supportata dalla fortuna. Per vincere serve la spinta dei tifosi e uno stadio stracolmo. Il giornalista Beha chiede l’intervento dell’ufficio indagini della Figc per il pari contro il Chievo? Non voglio commentare, giornalisti e opinionisti non perdono occasione per far parlare di sé, sono da censura. In questo caso poi Oliviero Beha è da denuncia, si veda la partita prima di parlare perché se è vero che non si è visto un grande spettacolo è assurdo pensare alla combine"”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php