Live Sicilia

Un 2-0 nella semifinale di Coppa Italia

Anche la Primavera schianta la Juve


Articolo letto 716 volte
VOTA
0/5
0 voti

Coppa Italia, giovio, juventus, pergolizzo, primavera palermo, rosanero, Sport
Benedetta Primavera…rosanero. I ragazzi di Rosario Pergolizzi continuano a scrivere pagine di storia, e dopo avere conquistato il titolo di campioni d’Italia, hanno anche ipotecato la finale di Coppa Italia, infliggendo un 2-0 nella semifinale d’andata alla Juventus. Insomma Palermo-Juve nel segno del 2-0, considerati i risultati della prima squadra. Passano gli anni, passano anche i cicli, ma la Primavera rosanero non cambia, anzi migliora, e per la prima volta nella sua storia è ad un passo dalla finale Tim Cup. Contro la Juventus una gara perfetta, i baby rosa non hanno sbagliato nulla, hanno inferto i colpi decisivi nei primi minuti, e poi da grande squadra, hanno amministrato lo score con autorevolezza e dinamismo. Tutti soddisfatti, da Rosario Argento a Rosario Pergolizzi che a fine gara, ha commentato così: “abbiamo fatto la classica partita perfetta senza commettere errori e senza concedere grosse occasioni agli avversari. L’aspetto che vorrei sottolineare - osserva Pergolizzi - è che qualche anno fa una vittoria contro la Juventus l’avremmo festeggiata in maniera trionfale, adesso invece sembra qualcosa di normale”. Insomma tutto “very easy”, ma la Primavera rosanero va forte anche in campionato, ed è seconda alle spalle di una Roma devastante. Tanti i giovani che si sono messi in luce, giocatori di rilievo, già pronti per il grande salto tra i professionisti. Tra tutti, il “nuovo Cannavaro”, ossia Andrea Adamo, presenza fissa della Nazionale Under 19. altro giovane molto interessante è Guido Davì, rientrante nella rosa della prima squadra, ma ancora non esordiente in serie A. un centrocampista di rilievo, fisicamente massiccio, somigliante per le movenze e per il tipo di gioco a Patrick Vieira. I complimenti per l’ottima riuscita dei baby rosa, vanno anche alla dirigenza, in grado di portare in rosanero, pedine fondamentali per Pergolizzi come Acquah, Giovio e Mbakogu. Insomma complimenti a tutti, sperando che la grande Primavera sbocci anche quest’anno in netto ritardo, vale a dire nel mese di giugno, quando si giocherà la final eight per lo scudetto.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php