Live Sicilia

Domenica c'è Palermo-Livorno

Il patron tra timori e scaramanzia
Spinelli: "Al Barbera sarà molto dura"


Articolo letto 538 volte
VOTA
0/5
0 voti

campionato, delio rossi, palermo-livorno, rosanero, serie a, spinelli, Sport
Giorni fa aveva dichiarato che il suo Livorno sarebbe andato a Palermo solo in gita, magari per visitare qualche museo. A distanza di un po’ di tempo, Aldo Spinelli, non cambia versione, e ribadisce che la sua squadra a Palermo ha pochissime chances di salvare la pelle al Barbera. “Il Palermo è troppo forte – ha detto il patron labronico – per il Livorno sarà dura, molto dura”. Insomma una dichiarazione di resa, quella di Spinelli, che poi però si gonfia il petto e rilancia le ambizioni della sua squadra: “Noi crediamo ancora alla salvezza, sarebbe da perdenti non pensare in questo momento del campionato a salvarci, dico solo che contro i rosanero sarà piuttosto dura. La differenza di qualità tra noi ed il Palermo è palese, ma attenzione perché nel calcio tutto può succedere”. Zamparini, molto amico di Spinelli, ha definito le parole del collega “trappole calcistiche”, ma Spinelli mantiene la sua “rotta”: “No, non è una trappola. Sono sincero, il Palermo è nettamente superiore a noi, ed il Livorno sta attraversando un bruttissimo periodo. Vedete voi. Abbiamo problemi nell’impostare il gioco, nel segnare, nell’essere determinati al punto giusto, abbiamo grossi problemi. Se poi si considera che attualmente il Palermo è forse la formazione più in forma del campionato, i conti sono presto fatti”. Cosmi dopo la sconfitta casalinga con il Siena, ha “inveito” contro la classe arbitrale, rea, secondo il tecnico, di avere danneggiato più volte la formazione labronica: “Abbiamo subito dei torti e per le mie lamentele mi hanno anche deferito. Non parlo più, rischio di farmi squalificare. In molti hanno detto che noi piangiamo per avere qualche favore; assolutamente no, il Livorno è orgoglioso, non ha assolutamente bisogno di favori. Abbiamo perso dei punti…”. Al presidente del Livorno, chiediamo anche un parere su una possibile qualificazione Champions del Palermo: “Perché no. Se il Palermo ci crede può raggiungere quest’obiettivo. Le dirette concorrenti non sono superiori ai rosanero, bisognerà avere tanta rabbia e determinazione. Un giocatore rosanero che porterebbe a Palermo? Non ci sono dubbi, porterei Miccoli, un calciatore straordinario, ma Zamparini non me lo darebbe neanche se gli offrissi trenta milioni di euro (qui sorride)”. Alla fine Spinelli ci chiede quanti spettatori potrebbero esserci al Barbera domenica, alla risposta di quasi venticinquemila, il numero uno labronico conclude così la sua intervista: “Il pubblico rosanero è eccezionale, quello è un fattore in più”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php