Live Sicilia

Le Pagelle

Le pagelle di Roma-Palermo


Articolo letto 302 volte
VOTA
0/5
0 voti

calcio, campionato, pagelle, palermo, roma, serie a, Sport
SIRIGU 6- Nessuna colpa nei primi due gol, qualche responsabilità sul terzo invece le ha. Bravo nelle palle alte, un po’ insicuro dopo la seconda rete.

CASSANI 5
Difesa tallone d’achille del Palermo all’Olimpico. Anche lui ha le sue colpe. Soprattutto nella quarta rete, quando si dimentica del fulmine Riise. Poco preciso anche in occasione del secondo gol di Baptista. Non è da lui.

BOVO 5-
Ha sulla coscienza i due gol giallorossi. Sicuramente la sua famiglia di tradizione romanista lo avrà ringraziato. La “sua” Roma non gli porta bene, totalmente spaesato.

KJAER 5,5
Se il Palermo becca tre gol, sicuramente una percentuale di colpa tocca anche a lui. Sul 3-0 incredibilmente spara alto di testa una palla che il genio Pastore gli aveva confezionato a due passi da Julio Sergio. Dovrebbe migliorare nell’impostare la manovra.

BALZARETTI 5,5
Anche lui trascura la fase difensiva. Pensa perlopiù ad avanzare che a difendere, il risultato è: quattro pappine.

MIGLIACCIO 6 +
Chissà come sarebbe andata la gara se il buon Giulio avesse trafitto Julio Sergio con il suo destro chirurgico. Il mediano, dai piedi buoni, gioca molto per la squadra e fa da “buttafuori” alle avanzate dei giallorossi. Bravo anche a far ripartire i suoi compagni.

LIVERANI 6
Dopo un primo avvio di appannamento, cresce e prende in mano il centrocampo. Soprattutto nel primo tempo è il vero dominatore della zona mediana, cala però ad ogni gol giallorosso.

BRESCIANO 5
Altra prestazione poco convincente per l’ex uomo bionico. Lo davano tutti in panchina e invece parte da titolare. Si sta trasformando in un mediano, ma i risultati non sono tanto soddisfacenti.

SIMPLICIO 6
Non gioca affatto male in quello che potrebbe essere il suo prossimo teatro. Sta di sopra a Pizarro e costruisce il gioco assieme a Liverani. Più quantità che qualità. Viene sostituito nella ripresa.

MICCOLI  6-
Nei primi minuti si divora la palla del possibile vantaggio. Poi va vicino alla rete con una punizione di poco a lato. A risultato ormai compromesso torna al gol su calcio di rigore, ma non è ancora il vero Miccoli.

CAVANI 6
Lotta tanto nella tana del lupo, o della lupa. Fa molto movimento e va vicino al gol in due occasioni. Il suo preciso tiro al volo che nel primo tempo poteva regalare il pari, viene intuito dall’ottimo Julio Sergio. Duetta poco con il compagno di scuderia Miccoli, ma non per colpa sua.  Esce per un piccolo infortunio.

PASTORE 6,5
Rossi a sorpresa non lo schiera da titolare. Entra sul 2-0 per i giallorossi, e come sempre dà spettacolo. Inizia a ballare il tango confezionando un assist delizioso per Kjaer, poi si procura il rigore trasformato da Miccoli. Forse Rossi avrà capito che “El Flaco” è un campione e i campioni vanno schierati sempre dall’inizio.

BUDAN 6
Cosa deve fare sul 3-0? Si impegna, corre, ci prova di testa, ma non è fortunato.

ROSSI 5
E’ la sua prima insufficienza dell’era rosanero. Stranamente lascia in panchina Pastore e schiera Simplicio e Bresciano dall’inizio. L’unico gol lo propizia proprio il giocatore argentino. Lascia anche in panchina Hernandez, preferendogli Budan, ma lo score era già deciso.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php