Live Sicilia

Le nostre interviste agli esperti

Corini, Foschi, Mughini:
"Palermo da Champions"


Articolo letto 493 volte
VOTA
0/5
0 voti

abel hernandez, campionato, champions, delio rossi, eugenio corini, europa, fiorentina, giampiero mughini, juventus, palermo, rino foschi, Sport
Grazie ai tre bacioni mandati a Firenze, il Palermo ha finalmente preso il patentino di “big” del campionato. La squadra rosanero adesso è una macchina perfetta, tutto gira a meraviglia. Poi le spalle date alla Vecchia Signora caricano ulteriormente l’ambiente, e anche il presunto caso Miccoli è archiviato. Il quarto posto occupato dal Napoli, dista solo tre punti, insomma è lecito sognare. Ma il Palermo è idoneo per accedere nel giardino delle meraviglie? Una risposta arriva dall’ex direttore sportivo rosanero, Rino Foschi: “Secondo me sì – sostiene Foschi intervistato da livesicilia – Il Palermo mi sta facendo divertire, ha un buon organico e può ancora salire in classifica. Rossi è molto bravo ad impostare la squadra, anche ieri è stato furbo a mettere Hernandez, insomma sono mosse che solo grandi allenatori fanno. Questa squadra può tranquillamente avanzare in classifica. Il Napoli che è quarto è stato dominato dal Palermo, ecco perché credo in un sorpasso”. Se si chiede a Foschi quale deve essere l’arma in più in una ipotetica volata Champions, lui non ha dubbi: “La continuità. Cercare di fare più punti possibili in casa”. Abbiamo quindi capito che per Foschi questo Palermo ha i requisiti giusti per puntare all’Europa che conta. Andiamo avanti e facciamo la medesima domanda ad un altro pilastro del vecchio ciclo, Eugenio Corini: “Non so se il Palermo è già pronto per la Champions, sono sicuro però che rientrerà nel lotto di squadre che concorreranno a questo ambito traguardo. La classifica è molto corta, bastano due vittorie consecutive e puoi trovarti lassù – ha spiegato l’ex capitano rosanero – l’importante è non distrarsi mai e cercare di mantenere i piedi per terra, ma credo che il Palermo non abbia di questi problemi. La squadra gioca a memoria, è un piacere vedere le partite dei rosanero, soprattutto in casa. Un consiglio? Giocare partita dopo partita, non porsi obiettivi, ed essere bravi negli scontri diretti”. Se il Palermo riuscirà a mantenere questo passo, una delle sue dirette concorrenti potrebbe essere la Juventus, quella Juventus che per adesso è dietro. La squadra bianconera, clamorosamente, è sesta in classifica, una delusione enorme per tutti i tifosi bianconeri che pregustavano magari un altro tipo di volata: “Sicuramente – dice il tifoso doc Giampiero Mughini – ma ho abbandonato i sogni di scudetto dopo i primi passi falsi, questa Inter è troppo forte per gli avversari. La Juventus per adesso è da dodicesimo posto in classifica, non ha una identità, non ha gioco e non fa risultati, peggio di così non poteva andare. Da siciliano comunque devo dirvi che sono contento per la posizione del Palermo, se lo merita, anche perché ha un allenatore in panchina che stimo molto. Champions? Perché no. Se per i preliminari si è qualificato io Chievo, perché non può andare il Palermo? La squadra gioca bene e comincia a far paura, credeteci”. Insomma gli esperti dicono di si, allora caro Palermo, fai i bagagli e inizia a correre, sperando che il viaggio abbia meno fermate possibili…

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php