Live Sicilia

Domenica il posticipo al San Paolo

Calaiò fra Napoli e Palermo
"La maglia rosanero? Un sogno"


Articolo letto 271 volte
VOTA
0/5
0 voti

calaiò, napoli, palermo, Sport
Palermitano, nato nel quartiere Brancaccio, 28 anni, gioca nel Siena, ma pagherebbe pur di indossare quella maglia che non ha mai vestito, la maglia rosanero. Emanuele Calaiò, però ha anche lasciato nu’ pez e core a Napoli, dove ha giocato per tre stagioni, lasciando un ottimo ricordo e soprattutto dove ha “architettato” la sua esultanza, quella dell’arciere. “Sono tifoso rosanero – dice Calaiò a Livesicilia – è normale che il mio cuore batte più per il Palermo, ma a Napoli sono stato bene, anzi benissimo. Tra l’altro ho un derby in famiglia, visto che mia moglie è napoletana. Spero sia una bella partita, con tanti gol, ma per entrambe le squadre non sarà facile. Il Napoli potrà contare anche sull’effetto del pubblico del San Paolo, il Palermo invece in ogni momento può azzeccare la giocata giusta. Non fatemi fare pronostici”.

Napoli-Palermo potrebbe essere uno scontro diretto per la Champions, considerata la posizione in classifica delle due squadre: “Si, potrebbe essere. Credo che entrambe le piazze siano mature per un piazzamento nell’Europa che conta, mi piacerebbe vedere una delle due squadre in Champions, non oso immaginare la prima partita in casa. Mamma mia. Comunque ci sono anche altre squadre che ambiscono a quel piazzamento, non sarà affatto facile”. Si affronta il capitolo del mese, quello del calcio mercato, Calaiò arretra in difesa: “Innanzitutto devo dire che ho letto tante bufale sul mio futuro: vado lì, torno a Siena, riparto per Milano, scendo a Napòli, tutte notizie prive di fondamento. Il mio obiettivo è quello di fare bene con il Siena e raggiungere la salvezza, poi si vedrà. Palermo? In molti mi hanno fatto questa domanda, ma io rispondo sempre alla stessa maniera: un giorno, spero non lontano, mi piacerebbe giocare con la squadra della mia città, credo sia il sogno di ogni calciatore”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php