Live Sicilia

Verso Lazio-Palermo di coppa Italia

Ballardini avverte:
"Conosco bene il Palermo"


Articolo letto 398 volte
VOTA
0/5
0 voti

ballardini, Coppa Italia, lazio, palermo, Sport
La Lazio vuole che Zarate diventi "il simbolo e l'immagine" della società. Dopo il bastone dei giorni scorsi e la dura strigliata per il rientro ritardato dalle vacanze, Davide Ballardini usa adesso la carota nei riguardi dell'argentino. Nonostante qualche eccesso in campo, il tecnico biancoceleste sa che è troppo importante per la sua Lazio. Specialmente in un appuntamento com'é quello di domani, in cui si gioca contro il Palermo una bella fetta della sua stagione nel giorno del ritorno all'Olimpico di Delio Rossi. Un ritorno quasi da eroe quello dell'ex tecnico di tanti anni dell'era Lotito, che anche in rosanero sta facendo faville. "Una gara importante - dice Rossi - una partita secca, se facciamo bene andiamo avanti, altrimenti siamo fuori". Anche per Ballardini è una partita da ex: "Trovo gli stessi giocatori dello scorso anno. So bene che squadra affronteremo. La Lazio non snobberà la coppa Italia: E' una competizione importante, per noi è un'occasione, tra l'altro l'anno scorso ha dato una svolta importante". Nel tour de force dopo la pausa Ballardini farà riposare qualcuno in vista della trasferta di Bergamo. Ma l'idea è comunque di fare di tutto per passare il turno. "Lo spogliatoio - dice l'allenatore biancoceleste - è formato da ragazzi per bene, che hanno una grandissima serenità, che sentono il momento particolare e vogliono che le cose vadano sempre meglio". Ancora su Zarate: "Non siamo certo noi che non lo proteggiamo, ma sono altri. Noi vogliamo che Mauro diventi l'uomo simbolo, il giocatore simbolo di questa società. Vogliamo che diventi la nostra immagine perché è pulito e professionale. Al di fuori di questo ambiente si vuole far credere il contrario". Il tecnico chiude così la lite dei giorni scorsi: "Io penso che società, staff tecnico, compagni vogliamo che Mauro diventi sempre più grande. Sarebbe la vittoria di tutti". Ballardini ribadisce la sua fiducia in Baronio ma anche che servono rinforzi. "Noi abbiamo un regista che so bene quello che può dare come Baronio, ma servono anche altri giocatori e in diversi reparti". Incerto il futuro di Lichtsteiner e Kolarov. "Non so nulla al momento, ma Kolarov è un grande giocatore. So che è un giocatore di straordinaria importanza per noi". L'ultima parola è per il suo ex presidente Maurizio Zamparini: "E' una grande risorsa per Palermo". Ma il suo è uno stile diverso da quello di Lotito, che "non interviene molto dal punto di vista tecnico ma vuole sapere come si lavora. Due persone diverse dal punto di vista della gestione. Due gentiluomini - conclude Ballardini - molto schietti, chiari, attenti". (Ansa)

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php