Live Sicilia

Mercato, parla il presidente Zamparini

"Suazo? Non lo prenderei mai
Amauri? Anche domattina..."


Articolo letto 418 volte
VOTA
0/5
0 voti

amauri, mercato, palermo, suazo, zamparini, Sport
E' tornato ad allenarsi, dopo la pausa natalizia, il Palermo di Delio Rossi in vista del prossimo impegno di campionato (il 6 gennaio) contro la Sampdoria a Marassi. I rosa hanno svolto lavoro tattico, possesso palla e partita finale. Ha lavorato regolarmente con il gruppo Cristian Melinte, mentre Fabrizio Miccoli, alle prese con un problema muscolare, ha svolto lavoro differenziato e si è sottoposto a terapie. Con la ripresa della preparazione atletica torna a parlare anche il presidente Maurizio Zamparini, che si prepara al mercato di gennaio.

Il patron ha smentito ogni interesse per l'attaccante dell'Inter, David Suazo, che è stato accostato in questi giorni al Palermo. ''E' un giocatore che non prenderei mai - ha detto - l'Inter lo vuole scaricare a qualche squadra, ma non al Palermo. Non lo prenderei per questioni tecniche. Vorrei che i giornalisti e il pubblico di Palermo maturassero. I giocatori che provengono da grandi club non sono idonei a vestire la maglia rosanero, perché sono poco motivati. I miei osservatori sono in giro alla ricerca di giovani importanti. Per quanto riguarda le cessioni, sicuramente qualcuno andrà via, Rubinho per esempio è un buon portiere e dovrebbe andare in prestito in qualche squadra che gli permetta di giocare titolare. Dico solo che non vogliamo disfarci di tutti, ma qualcuno andrà via''.

Diverso il discorso per Amauri, che non sta attraversando un periodo felice alla Juve. ''Se potessi lo riprenderei già domattina - ha confessato Zamparini - E' un giocatore che ha fatto il salto di qualità e che ormai percepisce un grosso ingaggio, ecco perché non verrebbe più a Palermo''. Prima di tuffarsi nel mercato di riparazione, Zamparini ha tracciato anche un bilancio del 2009. ''Un anno né positivo né negativo - ha detto -. Ci sono state cose belle e cose brutte. Zenga non è stato una delusione, fa parte del mio carattere esonerare, Zenga aveva poca esperienza e con molto dispiacere l'ho dovuto allontanare. Per quanto riguarda la rescissione del suo contratto si è già messo d'accordo con il mio amministratore. Adesso voglio costruire assieme a Rossi una squadra migliore. Già ho un'ottima rosa, ma voglio migliorarla per potere ambire a traguardi diversi da quelli di oggi. I tifosi fanno bene a chiedere la Champions, a sognare, ma la realtà è che siamo tra le otto, nove squadre che possiamo ambire a qualificarsi per questa competizione''.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php