Live Sicilia

Il difensore: "La mia Nazionale ha i colori rosanero"

Cassani: "Quella di domenica
è stata un'impresa storica"


Articolo letto 635 volte
VOTA
0/5
0 voti

cassani, delio rossi, milan palermo, nazionale, palermo calcio, Sport
All' indomani dell'impresa di San Siro, le parole del terzino destro rosanero Mattia Cassani hanno riecheggiato sul palco del teatro Biondo di Palermo dove ieri è stato premiato come "Miglior giocatore emergente" in occasione della rassegna internazionale "SportFilm Festival".
"Ringrazio tutti i tifosi del Palermo - ha detto -  questo premio è la dimostrazione che quando le cose sono fatte in maniera seria, con professionalità, poi si viene ripagati. Questo premio di tutti, ma lo sento anche un po' mio - afferma Casssani- Ieri abbiamo segnato una nuova pagina importante per la storia del Palermo, io già c'ero entrato quattro anni fa con Guidolin, quindi ho bissato questa impresa. Non è da tutti vincere a san Siro contro un Milan così in forma, che veniva da un filotto di risultati positivi. Il merito va a tutti i ragazzi - aggiunge - che hanno interpretato la partita al meglio, e al nuovo tecnico, che ha dato due-tre indicazioni che ieri si son viste, a partire dall'interpretazione della fase difensiva delle punte, fino all'ordine tattico durante tutta la gara".
Con un pizzico di ambizione, ma rimanendo fedele e grato alla propria squadra, Cassani ha anche parlato anche della possibilità di partecipare ai Mondiali sudafricani del 2010: "Ho sempre detto che per arrivare in maglia azzurra bisogna fare bene nel proprio club, quindi io cercherò di impormi con questa maglia, al momento la mia Nazionale ha la maglia rosanero. Certo, spero di andare ai Mondiali e so che Lippi è una persona intelligente, che ogni domenica manda in giro i propri osservatori. Valuterà lui, nell'arco del campionato, chi si meriterà la convocazione".
Sulla questione dell'obiettivo Europa ha deviato la risposta come farebbe un difensore vedendo una palla minacciosa in direzione della propria porta "Le promesse non le faccio, mi piace essere realista e guardare giorno dopo giorno, il lavoro settimanale e quotidiano, e credo che questo ci porterà a lavorare con più serenità ed ottenere maggiori frutti".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php