Live Sicilia

Verso la sfida di San Siro

Zamparini non ha dubbi:
"Puntate sul Palermo. Vincerà"


Articolo letto 364 volte
VOTA
0/5
0 voti

calcio, campionato, milan, palermo, san siro, zamparini, Sport
Ormai non si può più parlare di blitz, ma di visite settimanali che hanno lo scopo di caricare la squadra in vista dei suoi impegni. Maurizio Zamparini se prima sbarcava a Palermo ogni qualvolta che le cose non giravano a meraviglia, adesso è tutto diverso, il numero uno rosanero quasi ogni settimana fa visita alla sua creatura, e ne approfitta per inserire una nuova tessera riguardo la costruzione del nuovo stadio che sorgerà nel capoluogo siciliano. Zamparini, quest’oggi, ha presentato il progetto del nuovo impianto al presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo, ma ha trovato anche il tempo di dare qualche pacca sulle spalle ai suoi ragazzi in vista della gara di domenica a San Siro contro il Milan. “Sono fiducioso, ho detto ai miei figli di puntare sul Palermo. E’ quotato sette volte la posta in palio. Me lo auguro, ho detto a loro “puntate sul Palermo perché vincerà” – ha raccontato il patron rosanero - E’ normale però che sarà difficile, sarà la terza gara in campionato di Rossi, il tecnico sta lavorando bene. Stiamo lavorando per questa trasferta”. Zamparini, come per gli altri allenatori avuti alle sue dipendenze, elogia Delio Rossi. “Con lui voglio aprire un ciclo di almeno cinque anni, è un allenatore importante, serio e bravo. Sono soddisfatto del lavoro che sta svolgendo, mi piace come ha fatto giocare le sue squadre e mi auguro che lo possa fare anche con il mio Palermo”. Zampa parla anche dei ritorni di Miccoli e Liverani: “E’ importante il  lavoro di Rossi con tutta la squadra, non è importante il rientro di Miccoli o quello di Liverani presi singolarmente. Domenica abbiamo visto una partita senza Liverani, Miccoli e Bresciano eppure abbiamo vinto”. Il presidente non può tralasciare l’argomento mercato: “Cavani? Io avevo detto che voleva andare via, ma era una mia sensazione: non ne sono ancora convinto. Due squadre me lo hanno chiesto in prestito ma io ho rifiutato. Pandev? Non verrà mai da noi, Palermo deve essere un punto d’arrivo, non un trampolino di lancio. Toni? Assolutamente no. Kjaer? L’ho detto per lui ci vogliono 15 milioni di euro”. Infine battuta sullo stadio che sorgerà in terra palermitana: “Oggi ho presentato il progetto al presidente della Regione Lombardo - ha rivelato -, a gennaio lo presenteremo alla stampa. Nel caso in cui l’Italia dovesse ospitare gli europei dell’2016 quello di Palermo sarà uno degli stati candidati”.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php