Live Sicilia

Il vicepresidente a Livesicilia

Miccichè: "Rossi, un'altra musica"


Articolo letto 341 volte
VOTA
0/5
0 voti

delio rossi, guglielmo miccichè, palermo, Sport
Stasera che sera. Non tanto per quello che promette il match di Coppa tra Palermo e Reggina, bensì per la curiosità di ammirare la nuova creatura rosanero, quella che segna l’inizio di una nuova era, l’era di Delio Rossi. Livesicilia, a distanza di poche ore dalla sfida di Tim Cup, ha intervistato il vicepresidente rosanero, Guglielmo Miccichè.

Avverte già dei segnali di ripresa?
"Ancora è troppo presto per dirlo, ho assistito al primo allenamento di martedì e devo dire che ho visto una squadra molto più concentrata. Con questo, però, non voglio accusare Zenga, lui è un tecnico di rilievo e si merita tante soddisfazioni".

Ci saranno delle novità in formazione questa sera?
"Credo di sì, ogni allenatore ha il suo credo tattico. Ci sono delle differenze tra Zenga e Rossi, quindi credo proprio che cambierà a partire dalla gara di stasera".

Zenga potrebbe rescindere il contratto con il Palermo?
"Ancora non se ne è parlato, ma se lui vuole possiamo tranquillamente discuterne, siamo disposti a tutto. Io, Sagramola e lo staff dirigenziale siamo sempre a sua disposizione. Credo, tra l’altro, che Walter sia ancora a Palermo e si stia godendo queste giornate di sole, del resto lui ha una bambina appena nata e vorrà rilassarsi un po’. Fa bene".

Zenga e Rossi diversi caratterialmente?
"Si, molto diversi. Zenga è molto focoso, vulcanico. Delio invece è più pacato, taciturno. Quello che vorrebbe dire magari se lo tiene dentro. Due tecnici diversi, ma gran signori entrambi".

Vicepresidente, stasera prima partita di Rossi, che ha già vinto la Coppa Italia. Buon segno?
"Speriamo che possa ripetersi anche con noi. Ce lo auguriamo tutti, la Coppa Italia è una competizione a cui teniamo molto, vogliamo andare avanti il più possibile. Passando, incontreremmo la Lazio e anche contro i biancocelesti ce la giocheremmo. Attenzione però. Non bisogna sottovalutare la partita di stasera, anche l’anno scorso affrontammo una squadra di categoria inferiore e poi sappiamo tutti come è andata a finire".

Non ci sarà Brienza. Punto a favore?
"Si, sicuramente, però la Reggina ha in organico giocatori di serie A, non so chi giocherà, ma certamente non saranno venuti a Palermo in gita. Bisognerà impegnarsi al massimo, vogliamo questa qualificazione".

Balzaretti?
"Nulla di grave, stasera non ci sarà, ma viene da un brutto infortunio e quindi è fisiologico che recupererà gradualmente. Comunque nulla di grave".

Infine una battuta sul Catania e sul derby?
"Hanno giocato bene a Palermo, e mi stupisco dei loro punti in classifica. Meriterebbero qualcosa in più. Ma io miro in alto, noi vogliamo l’Europa".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php