Live Sicilia

Questione biglietti: "Stato poliziesco e fascista"

Zamparini suona la carica
"Al derby come contro la Juve"


Articolo letto 348 volte
VOTA
0/5
0 voti

calcio, Catania, derby, palermo, zamparini, Sport
"Mi aspetto una partita come quella contro la Juventus, una partita fatta col cuore e col cervello. Fatta da una squadra che è conscia del suo valore". Il presidente Zamparini, alla conferenza stampa al "Barbera", suona la carica agli uomini in rosanero ma resta scaramantico: "Non dico il risultato, ma dico che domenica vinciamo".

Zamparini ha criticato pesantemente la scelta dell'osservatorio, considerando esagerato il divieto di non poter vendere biglietti al di fuori della provincia di Palermo, e ha aggiunto che la società non merita queste attenzioni da stato poliziesco e fascista”.

Il presidente rosanero ha voluto rassicurare Zenga ("non rischia il posto") aggiungendo poi che, però, qualunque allenatore anche di squadre più importanti del Palermo, rischierebbe il posto se dovesse portare a casa nelle prossime sei partite solo sei punti. Ma Zenga non rischia: "Non c'è nessun problema, solo che alla squadra mancano i risultati”.

Il patron rosanero si è anche soffermato sulla questione della fascia di capitano. "Ho parlato oggi con Liverani e Miccoli. Liverani ha lasciato la fascia da capitano a Miccoli, è stato un grande. Miccoli ha dichiarato che Liverani sarà sempre il suo capitano, mentre Fabio ha detto che gli dispiace lasciare la fascia. Ho detto a Liverani che lui per me è il più grande centrocampista d'Europa".

Parlando di mercato invece il presidente ha ammesso di aver fatto qualche errore di calcolo durante il periodo estivo, sottolineando la mancanza di riserve di spessore nel settore difensivo. Su Kjaer, colpevole di alcune prestazioni non eccellenti nelle ultime settimane, il presidente che gli ha parlato oggi ha voluto rassicurare che tornerà a pensare solo al Palermo.

Tornando a parlare del derby, Zamparini ha ammesso che la sconfitta dello scorso anno è stata la più grande delusione da quando è presidente del Palermo, auspicando per la partita di domenica una vittoria dei rosa. Per Zamparini il ritorno in campo di Balzaretti potrà fare sicuramente la differenza e potrà essere proprio il terzino sinistro l'uomo derby.

Parole dure invece sul caso della mano di Henry in Irlanda Francia, il presidente ha voluto ricordare che anche il Palermo ha subito lo scorso anno un gol di mano, da Gilardino contro la Fiorentina e ancora una volta ha espresso il suo desiderio di avere la moviola in campo. “Con la moviola in campo il Palermo questa stagione avrebbe potuto avere 7-8 rigori in più e sicuramente una posizione più alta nella classifica della serie A”.

Il presidente ha infine parlato dell'ex attaccante del Palermo, Amauri: "Una volta in possesso del passaporto italiano - ha concluso - potrebbe in poco tempo diventare il più forte attaccante sul panorama nazionale".

Marco Petta

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php