Live Sicilia

LE PAGELLE ROSANERO

Miccoli e Abel su tutti


Articolo letto 592 volte

di MARCO GULLA'
Ecco i giudizi sui rosanero. Benissimo Miccoli, un vero folletto. Benissimo Hernandez Bene lo "stantuffo" Cassani. Disastroso l'esordio di Melinte. Sirigu fa quello che può

VOTA
0/5
0 voti

, Sport
di MARCO GULLA'

SIRIGU 6
Fa quello che può. Salva la porta del Palermo in molte occasione, trasmette sicurezza, ma non può nulla sulla cinquina nerazzurra. Quando avanzano Balotelli ed Eto’o il buon Sasà chiede aiuto a Kjaer e Goian, ma entrambi non gli danno retta. In occasione del terzo gol interista si ostacola con il “biondo” danese, la classica circostanza, “mia, tua, sua”, sua di Cambiasso che spinge in porta per la deviazione di Balotelli.

GOIAN  5, 5
Impreparato in molte occasioni. Ha poche responsabilità sui gol nerazzurri, ma non riesce a dare quel qualcosa in più, che a San Siro contro questa Inter si deve dare. Non è una bocciatura.

MIGLIACCIO 5
Le avanzate dei “mostri” nerazzurri mettono a nudo i suoi limiti da difensore. Anche lui in alcuni minuti non ci capisce più niente, e tenta goffamente di chiudere la saracinesca. I falchi di Balotelli ed Eto’o non glielo permettono e sbucano da tutte le parti.

KJAER 5-
Cala quando affronta le “big”. Quasi preso dall’emozione, inizia a distrarsi, non regge il reparto e si fa infilare da scolaretto saputello. Combina un patatrac con Sirigu quando permette a Cambiasso di colpire di testa e consente a Balotelli di segnare il 3-0. Si rialza nella ripresa, ma grazie alla collaborazione degli uomini di Mourinho che allentano la pressione.

CASSANI 6, 5
Nota positiva. Gioca bene, sforna i cross per il gol di Hernandez e di Miccoli, si muove bene e copre la posizione. Ha dato tutto.

SIMPLICIO 5,5
Inerme nel primo tempo, diligente e abile nella ripresa. La sua prestazione combacia con quella della sua squadra. Pecca di cattiveria, spesso è poco concentrato.

BRESCIANO 5-
In trasferta si trasforma in statua, non perché segna, ma perché sta fermo proprio come una scultura. Gioca poco la palla con i compagni e quando lo fa sbaglia. Forse poteva abbandonare la scena nella ripresa, quando ha confermato di non essere uomo da trasferta.

MELINTE 4,5
Inizia male, anzi malissimo, scalciando Balotelli e provocando il calcio di rigore trasformato da Eto’o. E’ spaesato, non entra mai in partita, Maicon lo asfalta come vuole, lo supera, ci gioca, come se fosse il suo passatempo preferito. Zenga lo sostituisce nella ripresa.

PASTORE 5,5
Si impegna tanto. Corre come un matto soprattutto nella ripresa quando suona la sveglia per i rosanero. Non riesce però ad incidere, da lui ci si aspetta molto di più. Al contrario delle precedenti prestazioni è più altruista. Deve migliorare.

MICCOLI 7
Doppietta e tanto cuore. Reagisce al brutto momento che sta attraversando assieme alla sua famiglia e mette paura all’Inter con due gol di pregevole fattura. È l’uomo in più di questo Palermo, fa quello che può, ma da solo non riesce a far crollare la bestia nerazzurra. Talento puro.

CAVANI 5
Lotta tanto. Nella ripresa “Bolt” Cavani corre da una zolla all’altra senza però incidere più di tanto. Sotto porta è evanescente, spreca una buona occasione nel primo tempo. A volte non basta la corsa.

HERNANDEZ 7
La sue entrata in campo combacia con la reazione del Palermo. Il suo gol dà una carica in più ai rosanero, manco fosse promotore del Kinder Bueno. I suoi movimenti da pantera pura sviano la difesa nerazzurra che inizia a temerlo. È da riproporre.

BERTOLO S.V
Entra e si becca un’ammonizione. No comment

NOCERINO S.V

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php