Live Sicilia

I pronostici sulla sfida di S. Siro

Da Bergomi a Schillaci: ecco come finirà


Articolo letto 461 volte

di MARCO GULLA' Le luci di San Siro si sono già accese. C’è Inter-Palermo, una sfida nella sfida. Mourinho contro Zenga, Eto’o contro Miccoli, Moratti contro Zamparini. Livesicilia ha intervistato quattro personaggi molto vicini all’ambiente delle due squadre, chiedendo un pronostico, a distanza di qualche ora dalla contesa. Per lo storico “zio” nerazzurro, Beppe Bergomi il risultato sorriderà alla formazione di Jose Mourinho

VOTA
0/5
0 voti

altobelli, bergomi, inter, palermo, schillaci, Sport
di MARCO GULLA' Le luci di San Siro si sono già accese. C’è Inter-Palermo, una sfida nella sfida. Mourinho contro Zenga, Eto’o contro Miccoli, Moratti contro Zamparini. Livesicilia ha intervistato quattro personaggi molto vicini all’ambiente delle due squadre, chiedendo un pronostico, a distanza di qualche ora dalla contesa. Per lo storico “zio” nerazzurro, Beppe Bergomi il risultato sorriderà alla formazione di Jose Mourinho: “Il Palermo è un’ottima squadra – esordisce Bergomi – ma l’Inter in casa è devastante. Mi piace molto Zenga, mi piace come fa giocare le loro squadre, il suo carisma spesso è fondamentale. Paragone con Mourinho? Si, è vero, si somigliano molto. Oggi però vedo un’Inter nettamente favorita, credo che avrà qualche difficoltà a segnare, ma se riuscirà a sbloccare il match porterà a casa i tre punti”. Inter quindi in vantaggio, colpo a freddo quindi per i rosanero che però non demordono e vanno in avanti: “Noi ce la giochiamo contro tutti – dice il vicepresidente rosanero Miccichè a livesicilia – abbiamo buone possibilità di fare risultato a Milano. La nostra mentalità è quella di non porci limiti, non molliamo mai, e nonostante la forza dell’Inter, posso tranquillamente dire che stasera ce la metteremo tutta per fare bene. Vogliamo regalare un’altra emozione ai tifosi rosanero”. Pareggio clamoroso quindi del Palermo grazie a Miccichè, ma attenzione nella ripresa entra “Spillo” Altobelli e riporta in vantaggio la formazione nerazzurra: “A me il Palermo è molto simpatico – sostiene Altobelli – ma ragazzi a San Siro in campionato, contro questa Inter, è difficile per tutti. La banda di Mourinho è una corazzata, una squadra che magari non gioca benissimo ma che alla fine trova sempre il colpo del k.o. Il Palermo se vuole uscire indenne dal Meazza non deve sbagliare assolutamente nulla, se si distrae anche per un minuto, viene colpito. Credo che però alla fine uno tra Eto’o, Balotelli o Stankovic troverà come risolvere la partita”. Ultimi minuti di gara, il Palermo attacca, gioca bene, e spera nel pareggio, allora entra in campo l’eroe di Italia 90, colui che non ha mai giocato con la maglia rosanero, ma palermitano doc: “Il Palermo deve godersi questa serata – afferma Totò Schillaci – rientra Kjaer in difesa e in avanti Miccoli può fare la differenza. I rosa non hanno niente da perdere, devono godersi questa serata. Pronostico? Dai, vinciamo noi”. Il pareggio arriva proprio nel finale, e lo segna il grande Totò. Avremmo potuto vincere chiamando un altro personaggio di fede rosanero, ma siamo leali e aspettiamo la sentenza del giudice, ossia il campo.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php