Live Sicilia

Quattru gol c'amu a fari

La Vecchia signora? S'ignora...


Articolo letto 529 volte
VOTA
0/5
0 voti

, Sport
Dopo il brodino di Roma, un summit della dirigenza rosanero ha stabilito che è giunta l’ora di vincere e di cominciare pure a convincere. Naturalmente i tifosi sono stati subito solidali con questa ferma decisione presa da Zampa di Legno e stanno già studiando una nuova tabella di marcia per scalare la classifica.

Quale migliore esordio per la rinascita se non la partita con la corazzata “Giuventus” che già nel passato è stata silurata da tal Franco Brienza ed ancora meglio dal duo in cassetta Amauri-Cassani. Peccato che Brienza a Palermo non c’è più ed ancor peggio Amauri gioca contro….E’ pur vero che Cassani è sempre al suo posto….ma …mi “pari picca pi fari a guerra….”

Lo stadio era pieno….e la folla commossa…proprio come ad un matrimonio, quando la mamma è felice che la figlia si sposi, però è gelosa che se ne vada…..A Palermo, a parole sono tutti rosanero “scurciati”…però se la Giuventus vince, ne che gli dispiace…. Per vedere la partita, i palermitani si sono “mpignati puru i casi” e le file ai botteghini hanno costruito quel “sold out….o esaurito” che da tanto non si registrava alla Favorita/Renzo Barbera.

Una bella serata senza pioggia ( e comu fu!!!) ha riempito lo stadio di colori, sapori e speranze e chi è solo rosanero gonfia il petto di orgoglio e speranza, dando vita ad una carrellata di opinioni convergenti…”Amu a binciri, puntu e basta”….”Cià putemu fari, picchi sunnu carrichi”…..”Loro hanno giocato con il Bayern e quindi sono stanchi, dobbiamo pressarli”…..”A difesa abballa….e Miccoli li può fottere”….

Il lutto al braccio dei giocatori ed il minuto di raccoglimento iniziale ci ricordano che al di là del gioco, la vita è dura per ben altri motivi, proprio come qualcuno ama sottolineare..”Quello che è successo a Messina è inconcepibile chissà cosa ci riserva il futuro, considerato che l’uomo nelle sue azioni si è reso più simile alla bestia che non alla razza umana….” Parole sante, ma che resteranno parole….

La partita ha inizio e si ritorna alle analisi tecniche: “Dobbiamo attaccare sulle fascie…ed in velocità”…”Amunì, amunì…avanti amu a ghiri”…..”Mi sta manciannu tutti i manu….” La risposta …”Picchì chi fa un manciasti ne to suoggira…” .

La conferma di Sirigu in porta porta sicurezza e tranquillità e quando quest’ultimo si diverte a dribblare pure gli attaccanti bianconeri lo stadio esplode…”Chistu è purtieri…è ri lussu”.

Frattanto Camoranesi e compagni si divertuno a “scavuciare ra bella” ed il pubblico sottolinea…”Chisti su sciecchi no zebre….”

Con il passare dei minuti la speranza di fare una “zebra allo spiedo” cresce e peccato che Cavani sia un divoratore di gol “ a ganasce spalancate”, salvo poi saettare contro Buffon un siluro che sfonda la rete…..Palermo uno Giuventus zero, marcatore Edinson Cavani è l’annuncio che riecheggia da Pallavicino alla Marina.

E’ proprio un bel Palermo e nessuno si tira indietro se c’è da sudare e da lottare, proprio come piace alla gente….” Pariemu chiossai…stannu ‘mpaziennu”….”Siamo sempre in vantaggio sui palloni e neanche tirano in porta….se solo riuscissimo a…..

Punizione di Miccoli, scatto felino di Simplicio …e zampata vincente che stampa una foto a colori di un Buffon “allampatu”. L’urlo di gioia è impressionante ed il popolo “giuventino” comincia a capire che non è proprio giornata, tant’è che cessa di cantare e chi è rimasto a casa….cambia pure canale.

Sugli spalti qualcuno espone “Oggi godo” e qualcuno sorride pensando che Grosso ce l’hanno loro …..

I minuti scorrono ed il Palermo continua a dominare incontrastato, mentre Amauri forse rimpiange di non potere fare festa con quei colori che a lui furono tanto cari, mentre Diego finisce in panchina a fare compagnia a Ciro Ferrara che per la rabbia della sconfitta “è tanto vinci chi pari Giuliano Ferrara”!!!!

“Che siete venuti a fare”….chiedono i tifosi rosanero ai loro nemici bianconeri, che in maniera poco educata non sanno proprio cosa rispondere.

Fortunatamente arriva il novantesimo e la partita finisce, perché a dire il vero ci si cominciava ad annoiare un po’…”ma chista a Giuventus è? A Signora ru calciu….Mah,… a chista mancu a Signora Maria mi pari…

I telefoni squillano, i messaggi viaggiano …E’ tempo di sfottere e di sognare, che tanto domani è un altro giorno e la “Signora Maria” “avi avutru chiffari….!!!

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php