Live Sicilia

DIAGONALI. Su "Il Palermo" da oggi in edicola

Quel silenzio interrotto allo stadio


Articolo letto 561 volte
VOTA
0/5
0 voti

davide enia, diagonali, Il Palermo, rosanero, rubrica, Il Palermo, Sport
Davide Enia

Davide Enia



Ti ricordi quando prima dell’inizio della partita c’era quasi silenzio allo stadio?
Esiste un suono sottile e leggero prima della pioggia, è quasi un fruscio. E prima della danza, c’è il suono di una corda tesa. Anche lo stadio aveva un suo suono prima dell’inizio della partita: qualcosa che progressivamente si andava riempendo. I piedi sugli scaloni, gli striscioni montati in curva, l’abbannìo dei ghiacciolari, amici che si chiamano a voce, i giornali sfogliati distrattamente eppoi ripiegati sotto il culo, i fischi di approvazione per le femmine e le loro curve in curva, che se la partita è orribile almeno taliàndole uno si salva la domenica, le cannaròzze riscaldate per meglio incitare o fischiare, le mani battute per freddo o semplice tampasìo. Oggi invece è arrivata la modernità: è il tempo della radio a filodiffusione e del DJ che pontifica. Il silenzio, dicono, non è televisivo. Perché di questo si tratta: della televisizzazione dello stadio. Infatti adesso il fischio d’inizio assomiglia sempre di più al rutto di chi è già sazio. La partita è ormai in secondo piano. Minchia, pare quasi assurdo ma il calcio un tempo era uno sport… ti ricordi quando prima dell’inizio della partita c’era quasi silenzio allo stadio?

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php