Live Sicilia

Il presidente della Lazio

Lotito smentisce l'interesse per Ballardini
"Non l'ho mai contattato"


Articolo letto 375 volte
VOTA
0/5
0 voti

ballardini, calcio, campionato, lazio, lotito, palermo, serie a, Sport
"Io avrei contattato Ballardini? Non mi risulta, non ho mai parlato con lui". Claudio Lotito mette subito a tacere le voci che vorrebbero l'attuale allenatore del Palermo sulla panchina biancoceleste nella prossima stagione, voci arrivate anche all'orecchio di Zamparini. Il presidente rosanero ha raccontato oggi che Ballardini ha chiesto di andare via e pur dicendosi disponibile a risolvere il contratto con il tecnico si e' detto altrettanto pronto a mettersi sul piede di guerra se dietro l'atteggiamento dell'allenatore ci fosse una manovra della Lazio. "Non vorrei che Lotito abbia iniziato la commedia da un mese e mezzo - aveva avvertito il numero uno del Palermo - Non mi piace il metodo, Lotito avrebbe anche potuto chiedermelo e avremmo potuto metterci d'accordo". "Ho parlato con Zamparini un quarto d'ora fa e ci siamo fatti una risata, sa che le cose non stanno cosi' - il commento del presidente della Lazio ai microfoni di 'Radio Radio' - So anche l'inventore di questa storia, e' un nostro collega che si diverte a mettere zizzania. Con Zamparini abbiamo un buon rapporto, se avessi avuto la necessita' di parlare con Ballardini lo avrei chiamato. Ripeto, il sottoscritto non ha ancora attivato nessuna iniziativa per cercare un'alternativa a Rossi. Il tecnico ha detto di essere stato contattato da altre societa'? Una cosa che la Lazio non ha fatto". Il futuro dell'attuale tecnico biancoceleste resta pero' in dubbio. "Abbiamo vinto la Coppa Italia, siamo l'unica squadra, Inter a parte, che ha vinto un piccolo 'titulo' - sottolinea - ma potevamo raggiungere una posizione di classifica diversa. Avevamo allestito una squadra che poteva giocarsela alla pari con tutti e sulla base di tutto questo dobbiamo fare le nostre scelte. Con Rossi mi devo incontrare di nuovo, lui ha posto dei problemi per rimanere e io devo capire se sono superabili o no".
Sul fronte mercato Lotito racconta di essersi chiarito anche con Cobolli Gigli a proposito della questione Pandev e delle presunte dichiarazioni del presidente bianconero che avrebbe dato per certo l'ingaggio dell'attaccante macedone. "Mi ha chiamato dicendomi che e' stato interpretato male - racconta - Questo e' un mondo fatto anche da persone che si rispettano, i giornalisti cercano di fare lo scoop ma io non ho mai ricevuto una richiesta della Juve o da altro club per Pandev. Nel momento in cui si porra' il problema, di fronte a una richiesta del calciatore che volesse a tutti i costi andare via, e' chiaro che la societa', di fronte a un'offerta 'indecente', potrebbe valutare l'ipotesi". Se la permanenza di Pandev e' in dubbio, quella di Zarate pare invece certa, nonostante il fratello-procuratore abbia ventilato la possibilita' che la Lazio non riesca a riscattarne il cartellino dall'Al Sadd entro i termini stabilito. "Sono discorsi che non stanno ne' in cielo ne' in terra - la replica del presidente biancoceleste - La Lazio ritiene di aver fatto quello che doveva fare, nel rispetto delle regole. Stiamo facendo una trattativa col giocatore e quando prendiamo un impegno lo abbiamo sempre onorato.
Se poi qualcuno vuole gettare delle ombre perche' ha altre alternative, sappia che la Lazio non lo consentira'". Infine una replica a Preziosi, che ha detto di aver rinunciato a De Silvestri perche' troppo difficile trattare con Lotito. "E' chiaro che nelle trattative cerco di difendere gli interessi della Lazio - spiega - Sanno che con me non c'e' una trattativa semplice ma se in passato la Lazio era ostaggio delle scelte esterne oggi non subisce niente da nessuno".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php