Live Sicilia

La Roma vince a Milano

Gara imperfetta e gol di… Totti
Palermo, addio all’Europa League


Articolo letto 338 volte
VOTA
0/5
0 voti

Atalanta, calcio, campionato, europa, palermo, serie a, Sport
Tutto perduto. Una partita imperfetta del Palermo e una punizione vincente di Totti a San Siro consegnano alla Roma la qualificazione all’Europa League; ai rosanero restano solo i rimpianti. E come se non bastasse la panchina di Davide Ballardini potrebbe non essere più così solida, tanto che già alla vigilia le indiscrezioni parlano di un ribaltone in panchina, con l’arrivo in Sicilia di Delio Rossi. Il Palermo si scioglie al caldo dello stadio Atleti Azzurri, dove la temperatura sfiora i 35 gradi.
In casa dell’Atalanta la formazione rosanero ha giocato una gara imperfetta, troppo generosa e poco lucida. Dopo un buon primo tempo chiuso meritatamente in vantaggio, a Bergamo, gli ospiti hanno probabilmente sottovalutato la voglia di giocare dei nerazzurri e di lasciare un buon ricordo ai tifosi dello stadio Atleti Azzurri d’Italia. Incassata la rimonta, il Palermo è tornato a svegliarsi, ha pareggiato, anche grazie a una papera del portiere dei lombardi, Consigli. Ma non è riuscito ad andare oltre. Una rete di Simplicio è stata annullata per un dubbio fuorigioco. Ma le notizie arrivate dallo stadio Meazza rendono chiare un paio di cose: l’addio al calcio del milanista Paolo Maldini e quello del Palermo all’Europa League.
I primi quarantacinque minuti filano per il verso giusto. I rosanero giocano una gara attenta e rischiano pochissimo. Nell’unico vero pericolo sono i riflessi di Amelia a salvare la porta del Palermo: al 18’ il numero 32 dice no a un colpo di testa di Capelli. Poi la prestazione degli ospiti cresce di tono e cominciano a fioccare le occasioni. Il portiere degli orobici, Consigli, interviene da campione sui piedi di Tedesco, che si inserisce da dietro; ancora il palermitano crea scompiglio in area, cercato da Succi, ma anche come uomo assist per Bresciano che quasi sulla linea non riesce a segnare. È il 28’. Trascorrono cinque minuti e il Palermo passa in vantaggio (due minuti prima che la Roma faccia altrettanto sul campo del Milan): un ispirato Miccoli, con la fascia da capitano al braccio, pesca Balzaretti, che da sinistra a destra mette Succi nelle condizioni di spingere in rete davanti alla porta vuota. Una situazione simile si ripropone poco dopo, ma Bresciano al posto di Balzaretti sbaglia tutto, non conclude e serve troppo tardi Succi, quando l’attaccante è già in fuorigioco.
In avvio di ripresa Zaza, attaccante della Primavera schierato a sorpresa titolare da Del Neri, viene rimpiazzato con Plasmati, assoluto protagonista del secondo tempo. Su un cross di Guarente l’attaccante bergamasco sfugge a Savini (che è entrato al posto di Bovo, infortunato) e approfitta di un Amelia che sembra una statua di sale e non esce dai pali. Il Palermo sembra essere calato bruscamente, su un altro cross, stavolta di Padoin, Plasmati sfiora l’incrocio dei pali. I rosanero si scuotono, Migliaccio, su suggerimento di Miccoli, costringe il portiere Consigli a un intervento prodigioso. Poco dopo il numero dieci è disinnescato in extremis da Talamonti, autore di un gran recupero. I rosanero sembrano essere tornati ad alta quota, ma ancora Plasmati fa centro di testa, ancora su passaggio di Guarente, che batte una punizione, mentre ancora i giocatori del Palermo stanno protestando con l’arbitro perché Doni si è platealmente lasciato cadere. È l’ingenuità che segna la gara e forse segna negativamente qualsiasi speranza europea. Alla mezzora un altro cross perfetto di Balzaretti è raccolto a volo di destro da Miccoli che beffa Consigli: il numero uno dell’Atalanta respinge goffamente la sfera, che colpisce il palo e gonfia la rete.
L’ultimo quarto d’ora (Hernandez ha preso il posto di Guana) è un vano assalto, che si risolve in una rete annullata a Simplicio per un fuorigioco millimetrico e in una punizione di Miccoli di poco a lato. L’Europa sfugge perché a Milano Totti sigla il 2-3 in casa del Milan. Ma a Bergamo, mentre la curva dell’Atalanta rende omaggio all’allenatore Del Neri, il Palermo ha scritto un’altra pagina delle sue trasferte no in questa stagione.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php