Live Sicilia

Domani al Barbera

Palermo, contro la Lazio
servono solo i tre punti


Articolo letto 328 volte
VOTA
0/5
0 voti

Barbera, calcio, campionato, lazio, palermo, serie a, Sport
Niente giri di parole. Se i rosanero vogliono dar seguito a tutte le interviste in cui assicurano che sono interessati a qualificarsi per la prossima Europa League devono battere la Lazio. Una sconfitta comprometterebbe tutto. Un pareggio non servirebbe a molto. Serve solo un successo, magari accoppiato a qualche altro risultato positivo da altri campi. Affrontare i biancocelesti ubriachi di gioia per la vittoria in Coppa Italia è un bel vantaggio. L’affluenza di tifosi allo stadio – favorito dai biglietti di curva venduti a 5 euro – è un altro aiuto agli uomini di Ballardini. Che per il resto dovranno tornare quelli che hanno ridicolizzato il Cagliari, veloci di testa e di gambe, prolifici, spettacolari. Perché sembra che solo così la formazione rosanero sia in grado di far male alle squadre avversarie: solo dominando nettamente Liverani e compagni riescono a fare la differenza, raramente è accaduto che il Palermo vincesse senza convincere, anzi senza strameritarlo.
Dopo le critiche di Zamparini per il rendimento esterno insufficiente e qualche accusa non troppo velata a Ballardini, l’allenatore ha deciso di non rispondere a mezzo stampa (“Zamparini ha ragione”, si è limitato a dire), ma di farlo in campo. Potrebbe dovere fare a meno di Miccoli, che sarà in dubbio fino alla fine e con ogni probabilità sarebbe sostituito da Succi. Il numero dieci, reduce da uno stiramento alla coscia destra, ha passato la settimana tra palestra e terapie; non ci saranno nemmeno Mchedlidze e Tedesco. E mentre la difesa è fatta, con Cassani, Kjaer, Bovo e Balzaretti. A centrocampo Migliaccio, Nocerino e Bresciano si giocheranno due posti; l’australiano – in rotta di collisione con il club per la riconferma – non sembra essere il favorito. Toccherà a Liverani, Simplicio e Cavani fare la differenza contro una Lazio che potrebbe applicare un largo turn-over.
La Lazio di Delio Rossi è tatticamente meno sbilanciata rispetto al passato, ma fa meno affidamento su corsa, grinta e muscoli. Ci sono tanti interpreti tecnicamente di qualità superiore – forse per tasso tecnico i biancocelesti sono superiori ai rosanero, che però hanno dimostrato di essere più organizzati e di avere un’identità calcistica più definita.
Al Barbera più che pensare alle notizie dagli altri campi (come la settimana scorsa quando occhi e orecchie erano fin troppo rivolti a Cagliari-Roma), il Palermo dovrà provare a chiudere in fretta la pratica. Tre punti subito, in una partita alla portata, sarebbero il miglior viatico per un gran finale.

Probabili formazioni

Palermo: Amelia, Cassani, Kjær, Bovo, Balzaretti, Migliaccio, Liverani, Nocerino, Simplicio, Cavani, Succi. In panchina: Ujkani, Savini, Morganella, Bresciano, Guana, Budan, Hernandez. All. Ballardini.
Lazio: Muslera, De Silvestri, Diakite, Rozenhal, Radu, Lichtsteiner, Ledesma, Matuzalem, Del Nero, Zarate, Rocchi. In panchina: Carrizo, Kolarov, Cribari, Mauri, Manfredini, Meghni, Foggia. All. Rossi

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php