Live Sicilia

Le pagelle

Liverani e Simplicio, intesa perfetta


Articolo letto 591 volte
VOTA
0/5
0 voti

calcio, campionato, pagelle, palermo lecce, serie a, Sport
Amelia 6 Ci mette il piede al 62’ e le mani, due volte, nel finale. Per il resto sta a guardare, o poco più, anche sui due gol.
Cassani  6 Nel primo tempo sulla sua fascia quasi non si gioca. Riposa parecchio anche nella ripresa. Ma in una domenica così, il 6 non gli si può certo negare.
Kjaer 6,5 Ha delle responsabilità sul primo gol di Tiribocchi. Poi gioca con diligenza fino a quella perla di gol. Se voleva davvero tirare, chapeau, se voleva crossare, Dio lo benedica ugualmente. Godiamocelo finché c’è tempo, il ragazzo è destinato ad altre platee.
Bovo 5,5 Duro il mestiere del centrale: quando imbrocchi la giornata no, gli altri segnano. Il vicecapitano dei rosa non è impeccabile sul primo gol di Tiribocchi. Sul secondo sta lì a guardare basito. Poi però torna il solito Bovo.
Balzaretti  6 E’ una garanzia sulla fascia, quando prova la discesa: dal suo piede parte il gol del raddoppio.
Migliaccio 6 Fa il solito lavoro oscuro guadagnandosi la paga.
Liverani 7 Smista palloni con la consueta flemma e quando cerca e trova le verticalizzazioni con Simplicio è un piacere vedere il Palermo. L’assist a Miccoli per il 3 a 2 è un gioiello, idem quello che porta al 5 a 2 sul filo del fuorigioco.
Nocerino 6 Nel primo tempo sembra confuso in mezzo al campo e non entra mai in partita. Fa meglio nel secondo.
Simplicio 7 Bella l’apertura per Cavani nell’azione del rigore. Lesto nel tap in sul raddoppio. Si intende bene con Liverani e dimostra di avere ritrovato la forma, alla grande. Oscar della generosità quando fa segnare il quinto gol a Cavani.
Miccoli  6,5 Gioca a sprazzi. Ma i suoi sprazzi incantano. Perfetto quando segna il terzo gol dei rosa.
Cavani  6,5 Si procura il rigore e lo realizza con freddezza. Poi macina i soliti chilometri e ringrazia Simplicio che gli regala la gioia della doppietta.
Savini sv Quasi un tempo, quando però il risultato è in cassaforte.
Tedesco sv Si becca gli applausi della Favorita quando entra.
Hernandez sv Il Barbera lo reclama e lui fa la sua apparizione. Muovendosi bene.

Ballardini  6
Schiera la squadra che dà più garanzie e fa bene. Può essere più che soddisfatto: i rosa fanno girare palla che è un piacere e rispondono alla grande quando vengono raggiunti due volte.

LECCE
Rosati 5,5
Sul secondo gol non è impeccabile. Porta a casa cinque gol, ma certo non è tutta colpa sua.
Schiavi 5 Giornata da incubo per lui e tutta la difesa.
Fabiano 5 Rimedia un cartellino per n brutto fallo su Cavani, per il resto soffre come il resto del reparto.
Stendardo 6 Fa quel che più, ma non brilla.
Basta 6 Molto mobile ma falloso. Dà qualche pensiero al centrocampo dei rosa. Nella ripresa lascia posto a Konan.
Munari  6 Fa molto lavoro a centrocampo ma la giornata va storta.
Edinho 5,5 Affonda col resto della ciurma.
Vives  5 Stende Cavani in area e inguaia subito i suoi.
Giuliatto 5,5 Dormicchia nella ripresa, si sveglia nel finale.
Tiribocchi  6,5 Segna due grandi gol. Mezzo Lecce, e forse qualcosa in più, è lui. Ma non basta.
Castillo 6 Gioca qualche buon pallone finché non lascia per Caserta.
Konan  5,5 Kjaer non lo lascia giocare. Sulla destra trova qualche spazio in più.
Caserta s.v.

De Canio  6
Si ritrova per le mani una macchina sfasciata. Ma non l’ha costruita lui.

I tifosi del Lecce 9 Cantano senza sosta come gli alpini sul Carso. Sostengono la squadra finché c’è, poi ne dicono una caterva alla società, al presidente e al ds Angelozzi (invitato anche a traslocare a Catania), trovando anche il tempo per applaudire il Palermo, gemellato. Nella Favorita silenziosa sono un gran bello spettacolo.

Dondarini 6 Non ne vede più d’una e dosa i cartellini con scarsa uniformità di giudizio. Di danni grossi, però, non ne fa e il rigore lo fischia senza esitazione.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php