Live Sicilia

Gli etnei pareggiano al Friuli

L'eurogol di Mascara non basta
Udinese-Catania finisce 1-1


Articolo letto 479 volte
VOTA
0/5
0 voti

calcio, campionato, Catania, mascara, serie a, udinese, Sport
Buon Catania nel primo tempo, Udinese trasformata nella ripresa dagli ingressi di D'Agostino, Di Natale e Quagliarella. Al Friuli finisce 1-1 tra due squadre affrontatesi a viso aperto. Tra i siciliani buona prova di Mascara, autore di un altro gol da cineteca dopo quello segnato da centrocampo nel derby col Palermo. Le fatiche di coppa si fanno sentire tra i padroni di casa, cui basta pero' l'inserimento dei titolari per arrivare al pareggio (Quagliarella) e sfiorare piu' volte il 2-1 nel finale.
Diverse novita' in avvio tra i bianconeri. Oltre a Di Natale e Quagliarella (venti reti in due), Marino fa rifiatare anche Zapata e D'Agostino. Isla va a fare il terzino destro e Inler sostituisce il perno del centrocampo bianconero. Out anche Handanovic, sostituito da Belardi. Zenga, che deve fare a meno di Morimoto, Carboni e Baiocco, porta qualche giovane in panchina.
Primi venti minuti di studio, con l'Udinese piu' intraprendente e il Catania pronto a ripartire. Molto mobili Asamoah e Obodo, mentre dall'altro lato Mascara tiene in continua apprensione la retroguardia di casa. Al 22' l'attaccante tascabile di Zenga tenta di sorprendere Belardi ma la sua girata finisce tra le braccia del portiere. La stessa attenzione, pero', il portiere bianconero non la mette tre minuti dopo quando sbaglia un rinvio, favorendo indirettamente proprio Mascara che lo beffa con un pallonetto da oltre trenta metri (ormai la sua specialita').

Lo svantaggio disorienta gli uomini di Marino, che faticano a rientrare in partita. L'unico pericolo, infatti, Bizzarri lo corre al 37' quando Domizzi va a colpire di testa col pallone che finisce fuori di poco.
Nella ripresa Marino si affida a Di Natale e D'Agostino, ed e' proprio quest'ultimo che al 4' va vicino al gol con una magistrale punizione dalla destra. Pochi istanti dopo il portiere etneo e' costretto a salvare di nuovo la propria porta su Floro Flores. La squadra di casa e' decisamente diversa rispetto a quella vista nei primi 45 minuti: la confusione del primo tempo lascia spazio all'ordine e agli automatismi, con una costante sensazione di pericolo per la retroguardia siciliana. Un tiro centrale di Ledesma al 16' e una grossa opportunita' per Mascara al 20' (lanciato a tu per tu con Belardi si fa neutralizzare il possibile 2-0) spezzano il ritmo dei friulani, che al 22' schierano anche Quagliarella. E' la mossa vincente di Marino perche' quattro minuti dopo l'attaccante di Castellammare di Stabia pareggia i conti: punizione di D'Agostino, corta respinta di Bizzarri e acrobazia vincente in mischia che vale il nono centro in campionato. Pochi minuti dopo una bella girata di Di Natale finisce fuori di un niente, mentre Floro Flores in contropiede fallisce di poco il gol in pallonetto. I rossoblu' hanno perso incisivita', Zenga intuisce le difficolta' dei suoi e inserisce Paolucci per Martinez.

Ormai e' pero' l'Udinese a dominare il campo. La squadra di marino si getta in avanti alla ricerca di una vittoria che darebbe una sterzata in positivo al suo campionato, ma al 40' il palo ferma la conlcusione di testa di Floro Flores. I padroni di casa ci provano fino alla fine (al secondo minuto di recupero Di Natale prova a sorprendere Bizzarri), ma il risultato non cambia.

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php