Live Sicilia

L'arbitro

Tagliavento, con lui in campo
la vittoria rosa in casa della Juve


Articolo letto 624 volte
VOTA
0/5
0 voti

arbitri, arbitro, inter, juventus, paolo tagliavento, serie a, tagliavento, Sport
Tradizione pessima con il Palermo per Paolo Tagliavento, l’arbitro scelto per il gala serale contro l’Inter. Tradizione pessima fino all’ultimo precedente, cioè la recente vittoria della squadra di Ballardini sul campo della Juventus. Per il resto tre sconfitte in altrettanti precedenti, in casa dell’Empoli il 24 settembre 2006 (2006 e cartellino rosso per Guana), al Barbera contro la Roma, che vinse 1-2 il 6 maggio 2007, e contro il Genoa (2-3 e rigore per i rosa trasformato da Amauri) del 23 marzo 2008, quando Colantuono tornò in panchina al posto di Guidolin che l’aveva sostituito.

Decisamente migliori i numeri del club nerazzurro, con un bilancio di 4 vittorie, un pareggio e una sconfitta. L’ultimo successo dell’Inter, con Tagliavento in campo, è arrivato contro l’Empoli lo scorso 4 febbraio a San Siro. Una gara (vinta 1-0 dai campioni d’Italia) che scatenò polemiche sia nello spogliatoio della squadra di Mancini che in quello dei toscani, perché l’arbitro, che ha il “patentino” di internazionale… ne combinò qualcuna di troppo. Concesse un rigore ai padroni di casa (trasformato da Ibra) per un presunto fallo di mano di Vannucchi su tiro ravvicinato di Stankovic, punì giustamente col cartellino rosso Vieira che lo insultò per essere stato ammonito ingiustamente, mostrò otto cartellini in una gara molto corretta, e infine assegnò un penalty agli ospiti per… compensazione. Dal dischetto però Saudati sik fece parare la conclusione da Julio Cesar.
Classe 1972, Paolo Tagliavento è nato a Terni, dove lavora come parrucchiere. Dopo due anni nella Can di serie C fece il salto alla Can di A e B. Nel massimo campionato ha esordito il 16 maggio 2004 (Chievo-Bologna 2-1) e ha attraversato indenne la tempesta di Calciopoli – assolto dalla giustizia sportiva. In serie A ha 53 gettoni di presenza, con 28 vittorie casalinghe, 11 pareggi e 14 successi esterni, ha concesso 26 massime punizioni e ha all’attivo 20 espulsioni.

Ecco gli altri arbitri della dodicesima giornata di andata in Serie A:

Atalanta-Napoli: Brighi
Cagliari-Fiorentina: Gava
Catania-Torino: Gervasoni
Milan-Chievo: De Marco
Roma-Lazio: Rocchi
Sampdoria-Lecce: Trefoloni
Siena-Bologna: Valeri
Udinese-Reggina: Mazzoleni

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php