Live Sicilia

Spogliatoi rosanero

Ballardini: “Con il Torino
Palermo attento agli ex”


Articolo letto 536 volte
VOTA
0/5
0 voti

ballardini, bilanci, bresciano, carrozzieri, cavani, kjaer, Lanzafame, mchedlidze, nocerino, risultati, torino, Sport

Nell’anticipo di sabato pomeriggio, in casa del Torino, il Palermo dovrà fare a meno certamente degli squalificati Bresciano e Carrozzieri (uscito anche malconcio dalla partita con il Chievo), dell’infortunato Raggi – per lui circa un mese di stop – e ancora del portiere Amelia. Da verificare le condizioni di Balzaretti e Capuano, che oggi hanno lavorato con i fisioterapisti. Il tecnico rosanero, Davide Ballardini, può consolarsi soltanto con il ritorno fra i disponibili del capitano Fabio Liverani, che ha scontato un turno di squalifica, e con il rientro in gruppo del difensore Bovo, che ha smaltito l’infortunio.

La prossima sfida va affrontata con concentrazione, unità d’intenti e con un occhio particolare agli ex. Ballardini non sottovaluta il Torino, bistrattato dagli arbitri (ma il tecnico non commenta: “Non amo parlare della classe arbitrale”), e chiede alla sua squadra tanta attenzione. “Contro i granata non sarà una gara facile, ma dovremo comunque esprimere il nostro gioco. Il Toro è una buona formazione, con tanti giocatori che in passato hanno vestito la maglia del Palermo. Gente come Diana, Pisano, Corini e Barone fa parte di una rosa molto competitiva, quindi alla lunga i loro valori verranno fuori”.
Il ritorno alla vittoria contro un Chievo pericolante (l’allenatore Di Carlo è stato chiamato al posto di Iachini) ha rassicurato Ballardini sul valore dei suoi, che da tre settimane non coglievano un successo in campionato. “Sono soddisfatto dell’umiltà della mia squadra. A tratti siamo stati bravi a verticalizzare e ad attaccare gli spazi, altre volte meno nell’uscita. I nostri avversari hanno colpito due traverse e un palo, ma non hanno mai espresso con il gioco delle occasioni. Noi ne abbiamo avute parecchie, alcune limpide”. La porta rimasta finalmente inviolata, dopo tante reti al passivo, è una delle note liete dell’ultimo match di campionato e l’allenatore del Palermo non può che compiacersene. “Non mi è piaciuto un reparto in particolare – osserva il tecnico, alla ripresa della preparazione – ma la fase difensiva è stata fatta con grande dedizione e con attenzione. Se qualche difficoltà abbiamo affrontato era legata alle condizioni non perfette del campo, il pallone a volte rimbalzava in modo irregolare”. Sull’eroe di domenica scorsa Ballardini spende belle parole, ma senza accentuare il clamore. “Kjaer – spiega – è un ragazzo di grande qualità e grande avvenire. Ce lo teniamo stretto e sono contento di averlo a disposizione, ma deve migliorare ancora molto. Con lui, Cavani, Nocerino, Lanzafame, Mchedlidze, il Palermo sta tracciando una linea di giovani dal futuro roseo, che lavorano con compagni di grande esperienza”
A chi gli chiede primi bilanci Ballardini risponde… senza farne, ma assicurando che tutti lavorano al massimo. “Non è possibile fare già un bilancio tecnico. I calciatori stanno dando il cento per cento quotidianamente, sia dal punto di vista tecnico che umano. Al di là dei risultati, che ora sono buoni, i rapporti con il pubblico, con lo staff medico e con la società sono ottimali, improntati alla serenità e al rispetto”


/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php