Live Sicilia

Calcio siciliano

Levan e Succi:
"Siamo pronti per la serie A"


Articolo letto 334 volte
VOTA
0/5
0 voti

calcio, levan, palermo, sabatini, serie a, succi, Sport
Ciak, si gira. Riflettori sui due nuovi, ultimi, acquisti del Palermo. Levan Michedlidze, attaccante georgiano, già nell'Empoli. Davide Succi, direttamente dal Ravenna che ci ha eliminati in coppa Italia. E a tenerli a battesimo il ds Walter Sabatini.

"Calciatori importanti – ha detto il direttore sportico - La storia di Succi è nota, ha fatto tanta gavetta, ha una chance che si merita. Levan ha una storia un pò particolare, è stato acquistato dall'Empoli, poi ha avuto qualche piccolo equivoco e noi in sintonia con la dirigenza toscana lo abbiamo preso". A vedere Succi, ovviamente, il discorso non può non partire dalle due sberle date ai rosanero in coppa. "I due gol segnati al Palermo con il Ravenna sicuramente hanno influito – ha risposto - Non mi sento però in debito con i tifosi e con la società per quella doppietta, adesso comunque ho la testa solamente ai colori rosanero e darò tutto per loro". E i tifosi pare abbiano accolto bene il suo arrivo. "Se la gente parla bene di me questo mi fa solamente piacere - ha detto - ho 26 anni, sono al Palermo, spero di restarci e di fare bene". Certo, non è l'annunciato 'colpo' che loro si aspettavano ma " non mi hanno dato fastidio – ha risposto - le voci, se sono un giocatore da serie A lo dirà il campo". Intanto Succi si dice già disponibile per sabato. "Spero di giocare ma sarà l'allenatore a decidere". Un gol alla Roma? "Darei tutto, ma prima del gol spero che vinca il Palermo". Davide Succi, il cui idolo è Marco Van Basten, sa che la città si aspetta tanto da lui ma appare determinato: "Darò tutto per il Palermo, farò il possibile. Confrontarmi con grandi attaccanti è il bello del calcio, cercherò di ritagliarmi il mio spazio. Non sono l’erede di Amauri, assolutamente no, non mi paragono a nessuno".

Levan Michedlidze arriva direttamente da Udine, dopo Italia-Georgia, "il calcio è così, potevamo pareggiare, ma non importa, adesso mi concentro solo sul Palermo" ha risposto l'attaccante georgiano. Lui viene dall'Empoli e proprio l'ultimo allenatore che l'ha avuto ne parla molto bene . "Ringrazio Cagni per i suoi elogi – ha detto Levan (il nome che porterà sulla maglia, la numero 99) -, ma non mi posso paragonare a Ibrahimovic, devo crescere, voglio fare bene". "Il Palermo è un'ottima squadra – ha continuato - sono contentissimo della fiducia della società". Pronto anche lui, come Succi, sin da subito: "Non prediligo nessun modulo, sono attaccante, posso giocare con qualsiasi schema. Il 99? Non significa nulla".

/web/virtualhosts/sport.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php